Maturità al via il 22 giugno, Miur conferma linea dura Pubblicata ordinanza ministeriale: servirà il 6 in tutte materie…

http://notizie.virgilio.it/notizie/cronaca/2011/05_maggio/09/scuola_maturita_al_via_il_22_giugno_miur_conferma_linea_dura,29535025.html

 

Esami di Stato, pubblicate le modalità organizzative ed operative

09/05/2011
Esami di Stato, pubblicate le modalità organizzative ed operative
Con l’ordinanza ministeriale n. 42 del 6 maggio 2011, pubblicata sul sito del Miur solo oggi pomeriggio, il Ministero impartisce le istruzioni e le modalità organizzative ed operative per lo svolgimento degli esami di Stato della secondaria di secondo grado nelle scuole statali e non statali. Anno scolastico 2010/2011. Prima prova scritta il 22, seconda il 23, terza il 27 giugno.

Il Miur ha reso note anche le norme (decreti nn. 39, 40 e 41 del 6 maggio 2011) relative allo svolgimento degli esami di Stato nelle sezioni di liceo classico europeo e nelle sezioni ad opzione internazionale: spagnola e tedesca funzionanti presso istituti statali e paritari.
 
Riportiamo di seguito il calendario di alcune delle operazioni più salienti delle prove così come dall’articolo 12 dell’O.M. n. 42 del 6 maggio 2011.

– Il Presidente e i commissari esterni delle due classi abbinate, unitamente ai membri interni di ciascuna delle due classi, si riuniscono, in seduta plenaria, presso l’istituto di assegnazione, il 20 giugno 2011 alle ore 8,30.
– Il presidente, o, in sua assenza, il componente più anziano di età, dopo aver verificato la composizione delle commissioni e la presenza dei commissari, comunica i nominativi di quelli eventualmente assenti al Direttore Generale dell’Ufficio Scolastico Regionale, se l’assenza riguarda il Presidente e i commissari esterni, oal Dirigente scolastico, se l’assenza riguarda un commissario interno.
– Il calendario delle prove per l’anno scolastico 2010/2011 è il seguente:
· prima prova scritta: mercoledì 22 giugno 2011, ore 8.30;
· seconda prova scritta, grafica o scritto-grafica: giovedì 23 giugno 2011, ore 8.30. Per gli esami nei licei artistici e negli istituti d’arte lo svolgimento della seconda prova continua nei due giorni feriali seguenti per la durata giornaliera indicata nei testi proposti.
· terza prova scritta: lunedì 27 giugno 2011, ore 8.30: ciascuna commissione, entro il25 giugno, definisce collegialmente la struttura della terza prova scritta, in coerenza con il documento del consiglio di classe di cui all’art. 6 della presente ordinanza. Contestualmente, il Presidente stabilisce, per ciascuna delle commissioni, l’orario d’inizio della prova, dandone comunicazione all’albo dell’Istituto o degli eventuali istituti interessati. Non va, invece, data alcuna comunicazione circa le materie oggetto della prova. Il 27 giugno ogni commissione, tenendo a riferimento quanto attestato nel predetto documento, predispone collegialmente il testo della terza prova scritta, sulla base delle proposte avanzate da ciascun componente; proposte che ciascun componente deve formulare in numero almeno doppio rispetto alla tipologia o alle tipologie prescelte in sede di definizione della struttura della prova. La Commissione, in relazione alla natura e alla complessità della prova, stabilisce anche la durata massima della prova stessa. Per i licei artistici e gli istituti d’arte la prova può svolgersi anche in due giorni.Per i licei artistici e gli istituti d’arte le relative commissioni definiscono collegialmente la struttura della terza prova scritta entro il giorno successivo al termine della seconda prova scritta. La terza prova scritta inizia il giorno successivo alla definizione della struttura della prova medesima.
· Inoltre, nei licei ed istituti tecnici presso i quali è presente il progetto sperimentale ESABAC (disciplinato dal D.M. n. 91 del 22 novembre 2010, alle disposizioni del quale si rinvia per tutti gli aspetti specifici non disciplinati dalla presente Ordinanza), nei licei con sezioni ad opzione internazionale spagnola e tedesca nonché nei licei classici europei e in alcuni indirizzi linguistici.è prevista una quarta prova scritta, che si effetuerà martedì 28 giugno 2011, ore 8.30.
– Ciascuna commissione stabilisce autonomamente, in conformità di quanto previsto al quarto comma, il diario delle operazioni finalizzate alla correzione e valutazione delle prove scritte. La Commissione d’esame inoltre – anche sulla base di quanto previsto dall’articolo 10 del D.P.R. 22/6/2009, n.122, nelle more dell’emanazione delle disposizioni applicative della legge 8 ottobre 2010, n.170 – considerati eventuali elementi forniti dal Consiglio di classe, terrà in debita considerazione le specifiche situazioni soggettive, adeguatamente certificate, relative ai candidati affetti da disturbi specifici di apprendimento (DSA). In tal senso sarà possibile prevedere alcune particolari attenzioni finalizzate a rendere sereno per tali candidati lo svolgimento dell’esame sia al momento delle prove scritte, sia in fase di colloquio. In particolare si segnala l’opportu­nità di prevedere tempi più lunghi di quelli ordinari per lo svolgimento della prove scritte, di curare la predisposizione della terza prova scritta, di adottare criteri valutativi attenti soprattutto al contenuto piuttosto che alla forma. Al candidato potrà essere consentita la utilizzazione di apparecchiature e strumenti informatici nel caso in cui siano stati impiegati per le verifiche in corso d’anno o comunque siano ritenuti giovevoli nello svolgimento dell’esame, senza che venga pregiudicata la validità delle prove.
– Durante la riunione plenaria o in una successiva, appositamente convocata, le commissioni definiscono la data di inizio dei colloqui per ciascuna classe/commissione e, in base a sorteggio, l’ordine di precedenza tra le due classi/commissioni e, all’interno di ciascuna di esse, quello di precedenza tra candidati esterni ed interni, nonché quello di convocazione dei candidati medesimi secondo la lettera alfabetica. Ẻ altresì determinata la data di pubblicazione dei risultati, che deve essere unica per le due classi/commissioni. Al fine di evitare sovrapposizioni e interferenze, i presidenti delle commissioni che abbiano in comune uno o più commissari interni concordano le date di inizio dei colloqui senza procedere a sorteggio.
–   Il numero dei candidati che sostengono il colloquio, per ogni giorno, non può essere di norma superiore a cinque.
–  Prima dell’inizio dei colloqui, in prosecuzione dei lavori iniziati nella riunione preliminare, la commissione completa l’esame dei fascicoli e dei curricoli dei candidati. La commissione, inoltre, ai fini di una adeguata organizzazione delle operazioni inerenti il colloquio, anche in attuazione di quanto stabilito dall’art. 16, comma 4, esamina i lavori presentati dai candidati e finalizzati all’avvio del colloquio. Il Presidente, il giorno della prima prova scritta, invita i candidati, indicando anche il termine e le modalità stabilite precedentemente dalla commissione, a comunicare la tipologia dei lavori prescelti per dare inizio al colloquio, ai sensi dell’art. 5, comma 7, del D.P.R. n. 323/1998:
titolo dell’argomento;
esperienza di ricerca o di progetto, presentata anche in forma multimediale;
esecuzione di un brano musicale per gli indirizzi pedagogico musicali;
esecuzione di una breve performance coreutica per gli indirizzi sperimentali coreutici.
– Del diario dei colloqui, il presidente della commissione dà notizia mediante affissione all’albo dell’istituto sede di esame.
–   La prima prova scritta suppletiva si svolge nel giorno di mercoledì 6 luglio 2011, alle ore 8.30; la seconda prova scritta suppletiva nel giorno successivo, giovedì 7 luglio, alle ore 8.30, con eventuale prosecuzione, per gli esami nei licei artistici e negli istituti d’arte; la terza prova scritta suppletiva si svolge nel secondo giorno successivo all’effettuazione della seconda prova scritta suppletiva. La quarta  prova  scritta, per gli istituti interessati, si svolge nel giorno successivo all’effettuazione  della  terza prova scritta. Le prove, nei casi previsti,  proseguono nei giorni successivi, ad eccezione del sabato; in tal caso le stesse continuano il lunedì successivo.
– L’eventuale ripresa dei colloqui, per le commissioni che li abbiano interrotti perché impegnate nelle prove suppletive, avviene il giorno successivo al termine delle prove scritte suppletive. Qualora tra due prove suppletive il giorno intermedio sia sabato, in tale giorno le commissioni riprendono i colloqui interrotti per l’espletamento della prova scritta suppletiva.