altAlle 8.31 il compito di matematica era già on-line, con tanto di foto, ed in pochi minuti sono state svelate anche tutte le altre tracce a cominciare dalla versione di Seneca per il classico, su cui le indiscrezioni sono trapelate on-line già alle 8.24. Alle 8,47 la versione era sui siti. Sei minuti più tardi circolava già la traduzione.

 

 

 

 

 

 

MATURITÀ, MATEMATICA: “UN COPIA COPIA”. SENECA AL CLASSICO

di Lorena Loiacono – 24 Giugno 2011

ROMA – Furbetti tra i banchi, per la seconda prova scritta della Maturità. All’uscita sono molti gli studenti che assicurano: «E’ stato tutto un copia copia». In una giornata caratterizzata da un tam tam di anticipazioni sul web cominciato pochi minuti dopo l’apertura dei cancelli.

Per la maggior parte dei maturandi il secondo scritto rappresenta il vero spauracchio dell’esame di Stato ed allora, proprio per questo, la fuga di notizie ieri mattina non si è fatta aspettare. Alle 8.31 il compito di matematica era già on-line, con tanto di foto, ed in pochi minuti sono state svelate anche tutte le altre tracce a cominciare dalla versione di Seneca per il classico, su cui le indiscrezioni sono trapelate on-line già alle 8.24. Alle 8,47 la versione era sui siti. Sei minuti più tardi circolava già la traduzione. La versione della lettera 74 a Lucilio, tra l’altro, era tra i testi già tradotti nel blocco di versioni proposte da Skuola.net nei giorni scorsi.

Ma non è tutto: a salvare una buona parte dei 500 mila maturandi è stato anche il vecchio metodo dell’aiutino in classe: uno studente su tre, secondo i dati forniti da un sondaggio di Skuola.net, ammette di aver copiato, una percentuale in netto rialzo rispetto a quella del primo scritto, copiato dal 10% degli studenti. Tra le tecniche utilizzate il 17% dichiara di avere ricevuto il compito direttamente da un compagno di classe mentre il 9% si è aiutato con i foglietti preparati a casa. Ma c’è anche un 2% che, in barba ai controlli a scuola e ai moniti ministeriali, è riuscito a scaricare le soluzioni da internet utilizzando, evidentemente, un apparecchio tenuto nascosto.

Canta vittoria anche Scuolazoo. com, dati di Google Analytics alla mano: ieri mattina il sito ha ricevuto 271.560 visite, mentre sono state 37.241 le richieste di aiuto su facebook. Nonostante le soffiate giunte su più fronti il Ministro Gelmini, ringraziando il personale scolastico, ha assicurato che «la seconda prova si è svolta in modo ordinato e corretto, senza alcun inconveniente». Ora weekend di riposo, poi da lunedì si riparte con il quizzone.

segue:
http://www.leggonline.it/articolo.php?id=128910