Maturità, malmena il prof di Italiano e Latino perchè il figlio ha preso solo 62/100 di A.G…(da Latecnicadellascuola)

 

12/07/2013

Teatro dell’accaduto è il liceo Classico Vittorio Emanuele di Palermo, a due passi dalla Cattedrale: la mattina del 12 luglio il padre di uno studente si è presentato a scuola e dopo aver chiesto spiegazioni è passato alle vie di fatto. Il docente è stato costretto a ricorrere alle cure del personale del 118.

Ognuno reagisce alle sconfitte come crede meglio. A seconda delle proprie inclinazioni. E siccome ci sono delle persone che non riescono a tenere a bada i loro istinti, nei mesi di giugno e luglio è possibile venire a conoscenza di insegnanti malmenati. Diventano vittime, infatti, dell’ira dei familiari degli studenti dal rendimento modesto. Quasi sempre si scatena tutto a seguito di una bocciatura. A volte basta un voto basso alla maturità.

Come il 62 su 100 ottenuto da uno studente del liceo Classico Vittorio Emanuele di Palermo, a due passi dalla Cattedrale: la mattina del 12 luglio il padre si è presentato a scuola e dopo aver chiesto spiegazioni è passato alle vie di fatto, picchiando il professore di Italiano e Latino.

C’era anche la madre del giovane. Ma è stato il padre, sembra da solo, a schiaffeggiare l’insegnante mentre cercava di far capire che quel voto era frutto del poco studio e non di supposte ingiustizie.

Il docente è stato costretto a ricorrere alle cure del personale del 118 che è intervenuto con un’ambulanza. Poco dopo sono arrivati in istituto anche i carabinieri, in seguito a una segnalazione da parte del personale scolastico che aveva assistito alla scena. I militari non sono riusciti a fermare l’aggressore, che frattanto si era dato alla fuga, e hanno così identificato il figlio e la moglie. Arrivare a lui non sarà difficile.