Milano ristorazione Il caso nell’ elementare di via Gentilino. Il Comune: si faranno le verifiche Mensa a scuola, insetto nel piatto…(DA ILCORRIERE.IT)

Trovato nel condimento dei ravioli. «Subito una relazione» «Caso isolato» La società che fornisce i pasti: «Si tratta di un episodio spiacevole ma è un caso isolato»

 

Ravioli di magro con olio, salvia e un piccolo insetto. A un bimbo della scuola elementare di via Gentilino ieri a pranzo è toccata una variazione sgradevole della ricetta originale. Nel suo piatto, accanto alla salvia che guarniva i ravioli ripieni di ricotta e spinaci, c’ era inaspettatamente anche quella che l’ ispettore di Milano Ristorazione ha definito «una forbicina». Nei prossimi giorni si saprà esattamente di quale insetto si tratta, perché l’ intruso è stato prelevato, messo in una busta e consegnato agli specialisti dell’ istituto di entomologia che provvederanno alla sua identificazione e cercheranno di fornire notizie utili sulla sua provenienza e sulle circostanze che hanno reso possibile il suo viaggio terminato a sorpresa nella pietanza servita alla mensa di via Gentilino. La società comunale, che fornisce nelle scuole milanesi ogni giorno ottantamila pasti, è stata subito contattata dalla scuola. «Si tratta di un episodio spiacevole ma è un caso isolato – ha spiegato in serata il portavoce di Milano Ristorazione -. Ieri abbiamo servito ventimila porzioni di ravioli di magro ed è stato trovato soltanto un insetto. Le condizioni di igiene non c’ entrano, il corpo estraneo è semplicemente sfuggito ai controlli nel centro cucina di via Quaranta e anche alle scodellatrici presenti a scuola per preparare i piatti ai bambini». Milano Ristorazione ha garantito poi che la procedura prevista in questi casi è stata regolarmente attivata, cioè a scuola è stato mandato un tecnico con pinze e busta, l’ insetto è stato prelevato, collocato nell’ involucro e trasportato all’ istituto di Entomologia agraria dell’ Università statale. E l’ «allarme» è arrivato fino a Palazzo Marino. La segnalazione partita dalla scuola è giunta in contemporanea anche alla vicesindaco e assessore all’ Educazione Maria Grazia Guida. «Abbiamo chiesto a Milano Ristorazione una relazione su quanto accaduto – ha detto Guida -. Il Comune vuole garantire igiene e qualità nei pasti dei bambini. E continuiamo a collaborare con le commissioni mensa e con i genitori per assicurare il più alto livello qualitativo del servizio». F. C. RIPRODUZIONE RISERVATA

Cavadini Federica

Pagina 7
(9 marzo 2012) – Corriere della Sera