Mobilità del personale docente e ATA Incontro al MIUR Il giorno 20 gennaio è proseguito il confronto tra l’amministrazione e le organizzazioni sindacali sulla contrattazione relativa alla mobilità del personale docente, educativo e ATA, per l’anno scolastico 2010/11…(da Uilscuola)

Per la UIL scuola hanno partecipato Antonello Lacchei e Pasquale Proietti.
Come previsto sono stati affrontati gli aspetti relativi al personale ATA.
In particolare è stato proposto di integrare l’art. 47, con l’aggiunta di un nuovo comma, per consentire, in caso di “singolo dimensionamento” l’assegnazione della sede al DSGA che ne ha titolo.
Per il conseguimento di tale obiettivo è stato previsto che tale operazione preceda le operazioni di mobilità per evitare che la sede ambita dal DSGA avente titolo sia attribuita per i “rientri e restituzione al ruolo o qualifica di provenienza” in quanto, come è noto, anche tali assegnazioni di sede precedono la gestione dei movimenti effettuati tramite sistema informativo.
E’ stato proposto, inoltre, di chiarire, all’art.48 comma 16, che (già previsto all’art.23 anche per i docenti) possono essere valutati soltanto i titoli in possesso degli interessati entro il termine fissato per la presentazione della domanda di trasferimento, come previsto al comma 5 dello stesso articolo.
A proposito dell’obbligo di presentazione delle domande on-line, previsto per la scuola primaria e secondaria di 1° grado, la UIL ha proposto di chiarire che per gli insegnanti in servizio presso le istituzioni scolastiche e culturali all’estero tale procedura dovrà essere utilizzata solo da coloro che, ancora nel triennio, volessero cambiare scuola di titolarità.
Mentre, per il personale che rientra dall’estero non cambia nulla, si continua ad applicare l’art.5.
Il personale interessato dovrà presentare domanda ai fini dell’assegnazione della scuola di titolarità prima delle operazioni di mobilità.
Il prossimo incontro è previsto per domani 21 gennaio.