da tuttoscuola.com

 Vertenza contrattuale

 Proclamato lo stato di agitazione dei dirigenti scolastici

 Il contratto è scaduto il 31 dicembre 2005 e non si prevede nemmeno l’equiparazione con la dirigenza pubblica

 Il contratto dei dirigenti scolastici è scaduto da oltre quattro anni (dicembre 2005), ma è tuttora in alto mare qualsiasi prospettiva di rinnovo, tanto che i sindacati di categoria hanno deciso unanimemente di proclamare lo stato di agitazione.

 Quattro mesi fa i sindacati avevano inviato una lettera al ministro Gelmini per chiedere un suo intervento finalizzato a risolvere i troppo interrogativi che ancora pendevano sul rinnovo contrattuale, a cominciare dagli aspetti economici legati alla equiparazione alla dirigenza statale.

 Visto che gli ultimi incontri con il Miur e con l’Aran hanno dato esito negativo, l’Anp, la Cgil-scuola, la Cisl-scuola e lo Snals sono stati costretti “a proclamare lo stato di agitazione della categoria con lo scopo di rivendicare gli obiettivi elencati nella lettera unitaria inviata il 22 ottobre 2009” al ministro.