da Tuttoscuola

Due le novità della maturità 2010, ma non riguardano le materie d’esame

Tutto scontato, o quasi, per quanto riguarda la seconda prova scritta dell’esame di Stato 2010.

La versione di greco al liceo classico era prevedibile, visto che da anni si alternano latino e greco (e l’anno scorso c’era stata la versione dal latino).

Matematica al liceo scientifico c’è tutti gli anni; al liceo socio pedagogico la seconda prova scritta è sempre stata quella di pedagogia da quando sono scomparsi dall’ordinamento gli istituti magistrali.

Le novità riguardano invece l’ammissione all’esame e il ruolo dei commissari esterni.

Secondo quanto disposto dal regolamento sulla valutazione (dpr 122/2009) entrato in vigore questa estate, anche per l’ammissione alla maturità si applicherà il criterio già applicato per legge nel giugno scorso per l’esame di licenza media che richiede almeno sei decimi in ogni disciplina di studio, anziché la media del sei come avvenuto per la maturità 2009.

L’altra novità riguarda la suddivisione dei compiti della commissioni giudicatrici (tre commissari interni e tre esterni) con un ruolo più incisivo de membri esterni.

Al liceo classico, per esempio, i tre commissari esterni si occuperanno di matematica, scienze naturali e della correzione del compito di Italiano. Novità, invece, al liceo scientifico dove per la prima volta, è stata affidata al commissario esterno la lingua straniera (le altre due materie sono italiano e filosofia).

La valutazione finale sarà sempre collegiale, ma dovrà fare i conti con il peso della valutazione del commissario esterno.