Il Miur si è detto disponibile a concedere lo slittamento per la presentazione delle domande, inizialmente previsto per il 29 agosto: decisivo l’intervento dei sindacati, che hanno presentato una formale richiesta unitaria. Un’opportunità per i ritardatari, ma anche per i tanti che necessitano di modificare o integrare la candidatura già inoltrata.(di A.G. da la Tecnica della Scuola)

 

Per la presentazione della domanda di accesso ai Percorsi abilitanti speciali si va verso la proroga. A seguito di una richiesta unitaria presentata nel pomeriggio del 28 agosto dalle organizzazioni sindacali, il ministero dell’Istruzione si è mostrato disponibile a concedere lo slittamento della scadenza, inizialmente fissato per giovedì 29 agosto.
Il motivo della proroga risiede nel ritardo di quarantott’ore con cui il Miur, lo scorso 2 agosto, aveva dato il via alle operazioni di recepimento delle candidature attraverso la piattaforma telematica collegata al portale “Istanze On Line”.
Proprio a causa dello slittamento, sin da subito i sindacati, in particolare la Flc-Cgil, chiesero di posticipare la scadenza  di inoltro delle domande al 31 agosto. La risposta positiva, però, è arrivata solo poche ore prima della scadenza.
In ogni caso, si tratta di un’opportunità, rivolta a decine di migliaia di candidati, per poter verificare l’esattezza dei dati inviati. Per modificare o integrare qualcosa. L’ultimo inoltro, infatti, cancella automaticamente i precedenti. 
Per coloro che necessitano di maggiori informazioni sui Pas e sulla corretta compilazione della domanda d’acccesso ai corsi, “La Tecnica della Scuola” ha messo a disposizione dei propri lettori un unico articolo , dove sono state riassunte tutte le indicazioni disponibili su requisiti d’accesso, corretto e nuovo inoltro, come far valere l’a.s. 2012/13, inclusioni, esclusioni, compatibilità, incompatibilità, servizi, validità dei titoli, registrazione alla piattaforma ‘Istanze On Line’ e possibili ricorsi.