Bisogna fare la disdetta ai sindacati della scuola, soprattutto in questo momento, se è vero come è vero che non ci rappresentano più e se tutti gli iscritti se ne lamentano; bisogna dare a questo punto un segnale!…

Questi signori devono avere un forte scossone dalla Categoria che pensano di rappresentare, solo allora si muoveranno e forse  al loro interno emergerà una nuova classe dirigente, al posto dell’attuale, sclerotica imbolsita e rinunciataria, fin quando questi campano di rendita con la tasca e la pancia piena, pensando di tener legati i docenti con i lacci e lacciuoli dei loro servizi, con le consulenze e con le azioni legali, per noi tutti sarà la fine, contratteranno sempre al ribasso, cercando il compromesso, cercando di difendere non la categoria ma le loro rendite di posizione, le loro cariche, i loro esoneri, le loro prebende i loro rimborsi esentasse, anche perché se non righeranno diritto, il governò li ha già avvisati, effettuerà un taglio non del 50% ma del 70% degli esoneri.

In questi ultimi anni, hanno saputo firmare solo contratti barattando i nostri diritti, dagli scatti, al reclutamento, per non parlare dell’immobilismo sulle ferie dei precari. Si paghino gli esoneri al 100% con le loro tasche, ritornino a fare sindacato nel senso vero del termine, facciano finalmente chiarezza al loro interno, si riformino in democrazia , trasparenza e rappresentatività, gli iscritti a tal fine diano un forte segnale, uno scossone, i sindacati della scuola facciano autocritica a partire dai loro inamovibili segretari generali, la maggior parte già in pensione, mentre gli iscritti facciano la disdetta, si liberino di un balzello che può arrivare anche ai 13/14 euro al mese per 13 o 12 mensilità , abbiamo pubblicato sul nostro sito la modulistica per fare la disdetta sindacale ai sindacati scuola, compilatela e inviatela solo alla competente direzione provinciale del tesoro per raccomandata con ricevuto di ritorno.