TRASPARENZA Presidi, il ministero corre ai ripari le prove corrette in diretta web…

Per superare le critiche agli errori sul concorso per i dirigenti scolastici, varata con il Formez una nuova procedura per la correzione “trasparente” dei test. Il lavoro della commissione è trasmesso in streaming sulla rete

di SALVO INTRAVAIA

Presidi, il ministero corre ai ripari le prove corrette in diretta web

ROMA – La correzione dei test d’ammissione si fa in diretta. Web. Per i concorsi a preside scolastico, dopo i disagi e gli errori, arriva la trasparenza assoluta. Per fugare ogni dubbio sulla correttezza della selezione, i fogli a lettura ottica consegnati mercoledì scorso dai 32 mila aspiranti presidi vengono letti e corretti in diretta sulla rete. La novità è introdotto dal Formez, il centro servizi per l’ammodernamento delle pubbliche amministrazioni.

GUARDA La correzione si fa in streaming 1

Si è iniziato con le commissioni di tre regioni: Molise, Umbria e Friuli Venezia Giulia. “Ogni giorno, presso la sede Formez di Roma – si legge nel sito della società che gestisce la selezione – alla presenza di rappresentanti del Miur e delle commissioni regionali, si alterneranno due o più regioni compatibilmente con la disponibilità delle commissioni”. L’elenco delle regioni “per le quali si procede alla correzione delle prove è pubblicato sul sito Formez Italia”.

Dopo l’incidente dei quasi mille quesiti sbagliati, mal formulati o ambigui 2, su un totale di 5.663, il ministero cerca così di recuperare credibilità nella gestione del concorso che metterà in palio 2.386

poltrone di dirigente scolastico. Il 12 ottobre si erano verificati ancora disagi per consegnare la prova agli aspiranti. 3 Il Miur passa così al contrattacco. Per accedere al concorso vero e proprio, che prevede due prove scritte, un colloquio orale e un periodo di formazione, i candidati devono centrare 80 risposte su 100.