QUALCHE PRECISAZIONE ALLA NOTIZIA DA NOI FORNITA QUALCHE GIORNO FA SULL’UDIENZA PRESSO IL CONSIGLIO DI STATO. Ci informano fonti (quasi) attendibili che dall’udienza di ieri presso il Consiglio di Stato, organo cui i dirigenti scolastici siciliani si erano rivolti per sottoporre una questione di giurisdizione della complessa vicenda del Corso Concorso 2004…

pare possa evincersi che la questione del rifacimento del concorso resta sotto la giurisdizione del Cga Sicilia con a capo Riccardo Virgilio. Vano sarebbe stato dunque il tentativo di contestare l’incompetenza del CGA. A tale scopo ricordiamo che  i legali dei presidi  avevano appunto presentato ” Regolamento di competenza ” avanti al Consiglio di Stato affinchè tale organo stabilisse a chi  spettava la competenza di sospendere gli effetti di un decreto ministeriale attuativo di una legge dello Stato, cosa  che il CGA reputava quale sua prerogativa inderogabile

L’andamento dell’udienza di ieri fa ben sperare i ricorrenti. La competenza resterà dunque al Cga? Se così fosse, non verrebbe confermata la validità della nuova linea di attacco dei legali dei 416, che speravano nella possibilità concreta che il Consiglio di Stato togliesse finalmente dalle mani di Virgilio tutta la materia e restituisse alla Giustizia Amministrativa quello che era ed  è sempre stato un consolidato giurisprudenziale, e cioè che dare ragione a un ricorrente non significa estendere erga omnes tutto il giudicato.

Attendiamo comunque l’emanazione della sentenza.