Il conto alla rovescia per il via alla mobilità 2015-2016 è iniziato, tantissimi docenti sono interessati  ai trasferimenti interprovinciali e provinciali  per riavvicinarsi alle proprie famiglie o per avere la sede definitiva dopo l’entrata in ruolo…

Tutto procede come previsto, ed entro questa settimana è previsto l’ok da parte del dipartimento della Ragioneria dello Stato, all’ipotesi di contratto di mobilità firmata il 26 novembre 2014. Nella prossima settimana è previsto un probabile incontro tra l’Amministrazione e i sindacati per fermare definitivamente il contratto mobilità 2015-2016 e per fissare le date di presentazione delle domande per il personale docente di ogni ordine e grado e per il personale Ata. Ovviamente tali date saranno ufficiali e certe soltanto dopo la firma della O.M. da parte del Ministro Stefania Giannini.

M CLIL 1

Tale adempimento, come espressamente previsto dal comma 5 dell’art.1 del contratto sulla mobilità, dovrà avvenire entro 3 giorni dalla certificazione del presente contratto. Quindi se, come pare, il contratto verrà siglato nei primi giorni della prossima settimana, è probabile che l’Ordinanza Ministeriale sulla mobilità sia resa pubblica tra il 26 e il 28 febbraio 2015. In ogni caso la scadenza delle operazioni di presentazione dell’istanza on line di mobilità, è prevista intorno al 26, 27 o 28 marzo 2015. Il Miur ha già preparato tutta la modulistica per la mobilità ed ha già testato la funzionalità della piattaforma istanze on line. I docenti che intendano presentare la domanda di mobilità, dovranno anche fare molta attenzione a produrre, ad esempio,  gli allegati delle dichiarazioni di anzianità del servizio, dell’eventuale continuità del servizio, delle esigenze familiari e dei titoli culturali.  Infatti è utile sapere che la mancanza di tali allegati o la loro  non corretta compilazione, potrebbero rendere nulla la domanda o ridurne il diritto all’acquisizione del giusto punteggio. Adesso tocca solo attendere l’ufficialità delle date di presentazione e scadenza delle domande di mobilità, che come vi abbiamo anticipato dovrebbe arrivare con la prossima settimana.

Lucio Ficara / (da la tecnica della scuola)