Prof esclusi dalla graduatoria protestano sotto la TorreTutti sotto la Torre di Pisa, a esporre cartelli e gridare slogan (“vergogna”, “lo Stato prima ci usa poi ci butta fuori”, “abbiamo pagato un corso 2.500 euro per nulla”)…(da LaRepubblica)

E’ finita così, in un presidio oggi pomeriggio, l’assemblea iniziata stamattina a Pisa da parte dei docenti locali delle scuole secondarie di primo e secondo grado che, dopo anni di servizio e un corso di formazione, per via di un decreto (il 353 del 22 Maggio 2014) si vedono negata l’inclusione in seconda fascia delle Graduatorie di Istituto. Sia all’assemblea che alla protesta in piazza dei Miracoli (dove i docenti erano circa 200) erano presenti Flc Cgil Toscana e Flc Cgil di Pisa: “Siamo a fianco di questi docenti, che stanno vivendo una vicenda ingiusta. Abbiamo già fatto appello al Ministero, se entro pochi giorni non avremo novità siamo pronti ad agire per vie legali e con iniziative di mobilitazione”, ha detto Gabriella Bresci di Flc Cgil Toscana. Sulla questione, Flc Cgil Toscana aveva già espresso “forte rammarico per il mancato accoglimento della possibilità di inserimento, con riserva, di coloro che stanno per completare i corsi Pas, i Percorsi abilitanti speciali, nelle prossime settimane, come da noi richiesto in più sedi a livello nazionale. In questa maniera vengono frustrate le legittime aspettative di docenti che da anni stanno comunque lavorando nelle scuole e con grandi sacrifici economici e personali si sono accollati la gravosità di questi percorsi abilitanti, per avere la prospettiva di un posto di lavoro stabile”. Martedì prossimo, 3 giugno, i docenti che oggi hanno manifestato a Pisa faranno un presidio a Firenze sotto l’Ufficio scolastico regionale, alle 15,30.