alt

Profumo imbocca  la strada dell’eccellenza”, introducendo premi riservati al 5% degli studenti e al 20% dei docenti più “meritevoli”. Alle accuse di elitarismo ha risposto: Dare un riconoscimento a chi eccelle vuol dire mettere i meritevoli al traino dell’intera classe e innalzare il livello medio”. Sembra vero: ma lo è? Lasciamo da parte gli evidenti problemi di classificare le persone e proviamo a pensare: cosa succede all’ambiente di studio e di lavoro se i premi sono riservati al massimo a uno studente su venti e a un docente su cinque?