Pubblicazione dei trasferimenti,  contenuto il ritardo…(da tuttoscuola)

 

da Tuttoscuola, 14.3.2013

L’uscita tardiva dell’ordinanza ministeriale (n. 9/2013) per la mobilità del personale scolastico (13 marzo 2013 l’attuale contro il 5 marzo 2012 di quella dell’anno scorso) ha fatto temere uno slittamento di una settimana almeno dei movimenti.

Invece le date di pubblicazione sono sostanzialmente simili a quello scorso anno e, addirittura, per quanto riguarda i trasferimenti del settore della scuola secondaria, gli ultimi da pubblicare, i tempi sono, se pur di poco, anticipati. L’anno scorso i trasferimenti per i docenti della secondaria di II grado erano fissati al 12 luglio, mentre quest’anno sono previsti per il 6 luglio.

Per la secondaria di I grado sono attesi per il 21 giugno, con tre giorni di ritardo rispetto allo scorso anno; per la scuola dell’infanzia sono attesi per il 5 giugno con un ritardo di 11 giorni rispetto al 2012; per i trasferimenti della scuola primaria, invece, c’è un ritardo secco di quasi un mese (5 giugno quest’anno, 8 maggio l’anno scorso).

Per il personale Ata il ritardo è di soli 4 giorni (30 luglio 2013 contro il 26 luglio dell’anno scorso).

Comunque, anche se il ritardo è stato contenuto, la tardiva pubblicazione dell’ordinanza (l’ok della Funzione pubblica si è fatto attendere per tre mesi) renderà precario, ancora una volta, il regolare avvio dell’anno scolastico.