“La moglie di Renzi doveva lasciare il suo posto a un precario” di P.A…(da Latecnicadellascuola)

 

22/03/2014

Lo ha detto Francesca Pascale, la fidanzata di Silvio Berlusconi, che improvvisamente è diventata opinionista ed esperta di diritto del lavoro

“La moglie del presidente, invece di chiedere l’aspettativa, perché non lascia il posto a un precario della scuola?” Queste le parole di Francesca Pascale in una intervista a Repubblica a proposito della moglie di Matteo Renzi, Agnese Landini.
Per la moglie del premier infatti il periodo di supplenza sarebbe finito a giugno ma, data l’impegnativa situazione familiare, tre figli a cui badare e il marito premier, ha preferito mettere da parte, per il momento, la sua professione.
“Ci ho provato a tenere tutto insieme: il lavoro, la famiglia, la politica. E sono dispiaciutissima di dover lasciare i ragazzi proprio poco prima della fine dell’anno scolastico, ma questo è stato un periodo di cambiamenti enormi e io devo pensare ai miei cari”.
Ma la Pascale non è d’accordo e la critica duramente; se lei si fosse licenziata, al suo posto sarebbe stato assunto un precario. Per la fidanzata di Silvio Berlusconi questa aspettativa non ha senso, “in fondo lei adesso sarà impegnata su altri fronti”
E se lo dice la neo fidanzata di un ex premier c’è da crederci, anche se Pascale, pur essendo “impegnata su altri fronti”, non ha avuto bisogno né di licenziarsi da un precedente lavoro, né quindi di mettersi in aspettativa.