altE’ arbitrario paragonare i test Invalsi a “una lastra (che) evidenzia che abbiamo un osso rotto”. Questo è un paragone che è stato sagomato e confezionato sulla conclusione cui si vuole arrivare, non sulla realtà dei fatti.

 

 

 

 

 

 

 

“l’Invalsi SEMBRA che lo abbia fatto al meglio” – replica all’on. Lupi (pdl)

23/06/2012 – “l’Invalsi SEMBRA che lo abbia fatto al meglio” (Vincenzo Pascuzzi)

Lupi si riferisce forse al sondaggio di skuola.net (http://www.skuola.net/polls.php?id=1264), quindi nemmeno a risultati finali complessivi e analizzati.
Si osserva inoltre: 1) “Esiste un soggetto preposto alla valutazione e si chiama Invalsi, da anni svolge il suo compito e fino ad ora sembra che lo abbia fatto al meglio”. SEMBRA, cioè NON è sicuro, si sta discutendo.
2) E’ arbitrario paragonare i test Invalsi a “una lastra (che) evidenzia che abbiamo un osso rotto”. Questo è un paragone che è stato sagomato e confezionato sulla conclusione cui si vuole arrivare, non sulla realtà dei fatti. Se i test fossero paragonabili a “lastre”, potrebbero – all’occorrenza – essere ripetuti con gli stessi risultati, potrebbero essere effettuati in questo o quel laboratorio quando si ritenesse opportuno. Non è certo così con i quiz Invalsi. Dopo il metro della sarta, il “Grand Kilo”, il termometro, il colesterolo, ora la lastra!
3) Il dibattito sull’Invalsi non è “degli ultimi giorni”. Se ne parla da anni.
4) “restano tre questioni aperte: chi valuta, come valuta, come vengono letti ed utilizzati i risultati della valutazione”: aspettiamo le osservazioni dell’on. Lupi anche sulla seconda e terza questione.

http://www.ilsussidiario.net/News/Educazione/2012/6/23/SCUOLA-Lupi-Pdl-se-i-nostri-studenti-sono-scarsi-in-matematica-l-Invalsi-non-ha-colpe/294729/