http://cuddlemarketing.blog.kataweb.it/files/2008/12/lim-5.jpg Si concluderà domani Venerdì  28 Maggio 2010 presso il liceo scientifico LEONARDO di Giarre il corso “RIPENSARE LA DIDATTICA” – L’USO VIRTUOSO DELLE ICT NELLA DIDATTICA DISCIPLINARE  Interverrà il prof. Daniele Barca (USR Emilia Romagna) con una lezione dal titolo: La lavagna magica. Applicazioni didattiche e risorse on lineL’incontro formativo si terrà dalle ore 15:00 alle ore 19:00 ed è indirizzato A TUTTI I DOCENTI  DELLE SCUOLE DI OGNI ORDINE E GRADO.

Ricordo in sintesi le finalita’ di questo progetto ,progetto fortemente voluto dal nostro Dirigente scolastico, prof.ssa Carmela Scirè :
• l’aggiornamento dei contenuti disciplinari attraverso l’applicazione delle nuove metodologie didattiche e la costante valutazione della loro efficacia
. L’uso della Lim
. L’uso del blog nella pratica didattica

Ad introdurre il Corso nei giorni 29 e 30 Marzo è stata la prof.ssa Maria Fortunato (consulente Ansas ex Indire)con la presentazione di lavori relativi all’uso delle mappe concettuali, artefatti sinestetici ovvero manufatti tecnologici che veicolano percorsi di conoscenza( espressivo-poetica, espositivo-argomentativa, ipertestuale -ipermediale).
“Ripensare la didattica ” è proseguito con le lezioni sulla LIM della prof.ssa di Matematica Lella Raciti, (formatore ex Indire), della prof.ssa di Lingue Angela Cavallaro e della prof.ssa di Lettere Giusi Gulisano, tutti docenti del Leonardo.
La LIM, se installata in aula assieme a PC, videoproiettore e casse audio, rappresenta un supporto per il docente che non turba il normale equilibrio della lezione, ma al più porta all’affermarsi di nuove routine in cui insegnanti e alunni collaborano all’allestimento dell’ambiente di apprendimento.

La LIM può rappresentare un pretesto per coinvolgere gli studenti nella progettazione delle attività didattiche e farli diventare protagonisti del processo di insegnamento-apprendimento.
Si sono tenuti poi degli incontri con la prof.ssa Maria Allo, docente referente del Progetto , sulle potenzialità di un blog didattico
La creazione e la gestione di un blog può diventare uno strumento didattico, decisamente vicino ai ragazzi più grandi, ma proponibile anche a quelli più piccoli.
Molteplici possono essere le finalità didattiche:
– motivare alla lettura e alla scrittura
– educare alla cultura della Rete:
abituare i ragazzi a considerare Internet come una fonte di risorse di cultura,
coltivare e sollecitare la collaborazione in presenza e a distanza,
imparare e condividere idee e risorse,
allenare ad essere oggettivi.
Sono individuabili anche obiettivi didattici relativi sia nei percorsi di informatica, che in altri ambiti disciplinari.
Ogni alunno povrà essere in grado di:
– riferire le caratteristiche del blog
– utilizzare gli strumenti del blog:
– saper pubblicare post
* di solo testo
* con testo e immagini
– saper commentare gli articoli pubblicati sul blog e pubblicarli
– utilizzare la posta interna al blog per la comunicazione a distanza
– elaborare inviti per ampliare gli iscritti al blog
– organizzare le idee tra gli interessi personali per elaborare gli articoli
– organizzare il blog in diverse tematiche anche a supporto dei coetanei
– documentarsi, utilizzando: biblioteca, Internet, agenzie di stampa, esperti ecc.
– raccogliere informazioni nei minimi dettagliate
– sviluppare un’idea attraverso il confronto con gli altri
– scrivere un articolo in forma semplice, chiara e sintetica
– rivedere il testo e modificarlo per aumentare la leggibilità e l’interesse del lettore
– citare le fonti utilizzate per scrivere l’articolo
– ottimizzare le immagini da inserire in qualche testo con un programma di grafica.

1. Gli alunni dovranno essere dotati di un indirizzo e-mail per l’iscrizione allo spazio prescelto (previo assenso scritto dei genitori e gli indirizzi dei ragazzi saranno noti solo all’insegnante e ai genitori); l’unico indirizzo e-mail visibile sarà quello dell’insegnante.
2. Il blog sarà moderato da un docente, i ragazzi saranno a contatto con i naviganti di Internet tramite i commenti pubblici (in caso di commenti non adatti a ragazzi o poco educati, l’insegnante provvederà alla loro cancellazione).
3. Gli alunni utilizzeranno Internet sotto la guida dell’insegnante e solo per la documentazione e la pubblicazione degli articoli.
4. I ragazzi potranno individuare argomenti di loro interesse da sviluppare come articoli/post da pubblicare sul blog, all’interno delle tematiche previste e li redigeranno per iscritto per l’approvazione di tutto il gruppo.
5. L’insegnante presenterà alcune “rubriche di lavoro” alle quali i ragazzi parteciperanno con i loro commenti/rubriche.
6. I ragazzi si organizzeranno per pubblicizzare il blog sollecitando contributi da parte di altri ragazzi, altri insegnati o dei genitori.
7. Gli articoli potranno essere informativi, educativi o divulgativi.
8. I ragazzi più grandi potranno pubblicare sul blog, senza nessun filtro: non ci saranno interventi da parte dell’insegnante né sulla lingua né sui contenuti. La comunicazione avverrà liberamente senza vagli di nessun genere, per ottenere immediatezza e quella “verità” comunicativa propria del nuovo media. Sarà il gruppo al completo che esprimerà commenti nel blog stesso.
9. L’insegnante, per quel che riguarda i lavori del blog, comunicherà con i ragazzi solo utilizzando gli strumenti che il blog o Internet mettono a disposizione.
10. L’insegnante, in linea di massima, sarà presente in Rete anche fuori dal “tempo scuola”.
Si valuteranno gli studenti in base alla qualità de:
– gli articoli pubblicati,
– la partecipazione,
– i commenti lasciati nel blog,
– le visite al blog fuori dall’orario scolastico,
– le e-mail di discussione per la preparazione di un articolo o commento, scritte all’insegnante o ad un compagno,
– le e-mail inviate ai compagni e, per conoscenza, all’insegnante,
– gli articolo o post più aderenti al tema,
– commenti ai post,
– segnalazioni di link o di un appuntamento di interesse al blog.
Si ringraziano tutti i docenti -corsisti che, con enormi sacrifici anche a causa dei numerosi impegni scolastici ,si sono messi in discussione per fare ricerca insieme e “ripensare la didattica “.

La referente                                                                                                         Il dirigente scolastico
prof.ssa Maria Allo                                                                                                 prof.ssa Carmela Scirè