“Scuolainsieme” febbraio-marzo 2010: Genitori e scuola, costruire l’alleanza

E’ uscito l’ultimo numero di Scuolainsieme che tratta un interessante e spinoso argomento: il rapporto tra genitori e scuola. All’interno la rubrica “L’indocenza” con uno scritto di Silvana La Porta…

 






BIMESTRALE DI CULTURA E INFORMAZIONE SCOLASTICA – 5 NUMERI PER ANNATA. Strumento di aggiornamento per docenti e capi d’istituto. Contiene articoli di approfondimento su didattica e cultura e un interessante dossier che illustra e approfondisce in modo chiaro le maggiori problematiche della scuola italiana.

numero 2: FEBBRAIO-MARZO 2010

DOSSIER / GENITORI & SCUOLA.
COSTRUIRE L’ALLEANZA

Genitori, risorsa necessaria. Le strategie per migliorare la partecipazione alle scelte educative della scuola.

di Paolo Bozzaro, Piero Cattaneo, Anna Maria Di FAalco, Davide Guarneri, TIino Maglia, Rossana Maletta, Elio Marotta, Giovanni Morello, Mario Reguzzoni

I genitori rappresentano una componente della comunità scolastica spesso invocata, altrettanto spesso elusa e non raramente evitata. L’utilità – e a volte la necessità – della loro partecipazione alla vita di un istituto scolastico diventa evidente di fronte ad alcuni problemi che investono in profondità i compiti educativi della scuola, come la dispersione scolastica, l’integrazione degli allievi disabili, l’educazione interculturale, la prevenzione delle tossicodipendenze, il “bullismo”, ecc.
I decreti delegati del 1974 avevano assegnato ai genitori un ruolo formalmente centrale, attribuendo ad un genitore la presidenza del Consiglio d’Istituto, non solo in quanto specifica componente della comunità scolastica, ma anche come rappresentante delle altre comunità ed istituzioni del territorio (Enti locali territoriali, Mondo del lavoro, Comunità culturali e religiose).
Il recente Patto di Corresponsabilità educativa, istituto dal D.P.R. n. 235 del 21 novembre 2007, che la norma prevede sia obbligatorio nelle secondarie, pone il ruolo dei genitori nell’organizzazione scolastica in una luce nuova: “Contestualmente all’iscrizione alla singola istituzione scolastica, è richiesta la sottoscrizione da parte dei genitori e degli studenti di un Patto educativo di corresponsabilità, finalizzato a definire in maniera dettagliata e condivisa diritti e doveri nel rapporto tra istituzione scolastica autonoma, studenti e famiglie”.
Dinamiche di delega da una parte e spesso di collusione dall’altra hanno caratterizzato nel passato tale rapporto. Delega da parte di genitori spesso troppo presi dal loro lavoro o da altre preoccupazioni, cui si risvegliano quando qualcosa non funziona. Accade allora che diventino aggressivi o difensivi oltre misura dei propri figli o anche invadenti rispetto ad elementi del rapporto formativo nel quale essi non possono entrare, se non in punta di piedi.
Simmetricamente parte degli insegnanti sente come estranea la presenza dei genitori, per cui tende a ridurre i possibili spazi di contatto e di frizione riducendo all’essenziale la comunicazione, spesso limitata allo scambio di frasi stereotipate (domanda: “Come va mio figlio?” – risposta: “Potrebbe fare di più”).
L’insegnante ha necessità di puntare sulla crescita dell’autonomia del ragazzo, soprattutto se adolescente, anche nei confronti della famiglia, per il fine del suo sviluppo.
Non è sempre facile trovare la giusta misura in questo rapporto.
Non va trascurato il fatto che, per docenti e capi d’istituto interessati alla qualità complessiva del servizio scolastico, i genitori occupano un punto di osservazione prezioso. Il dossier guarda alle forme della comunicazione e della partecipazione dei genitori nei diversi gradi ed ordini scolastici sul piano operativo, delle esperienze e delle proposte.
Su questo stesso piano si collocano le indicazioni sulle diverse tipologie di “corsi per genitori”. Un documentato panorama del ruolo dei genitori nei sistemi scolastici europei e dei diversi modelli di partecipazione completa il panorama dei temi presentati.

Il dossier è stato coordinato da Elio Marotta

Indice del dossier:
• Presentazione di Elio Marotta
• I genitori di fronte al cambiamento della scuola di Piero Cattaneo
• L’associazionimo per i genitori: una risorsa per la scuola di Davide Guarneri
• Oltre la rappresentanza, verso una reale valorizzazione di Tino Maglia
• Genitori del terzo millennio. Le forme della partecipazione
– Scuola primaria di Rossana Maletta
– Secondaria di 1° grado di Giovanni Morello
– Secondaria di 2° grado di Anna Maria Di Falco
• Iniziative di formazione e di informazione dei genitori di Elio Marotta
• Ruolo dei genitori nei sistemi scolastici dell’Unione europea di Mario Reguzzoni
• Genitori a scuola di “genitorialità”? di Paolo Bozzaro

INDICE
Postit. Appunti per il docente di Aluisi Tosolini

Scuola e lavoro, mondi paralleli di Tino Maglia

Il rapporto istruzione- formazione-lavoro, oggi teoricamente riconosciuto,esprime nel nostro Paese una rottura che provoca una vita senza futuro per i giovani e per la stessa società.

Riforma delle superiori: inizio di un processo di Agostino Aquilina

Dopo ottant’anni dall’ultima riforma, parte il riordino degli istituti tecnici e dei professionali. Il punto sulla situazione nell’incontro-dibattito organizzato dalla nostra rivista.

L’intervista. Alberto Felice De Toni di Agostino Aquilina

In vetrina. Il piacere di leggere di Silvana Carbonaro
Incontenibile stupore di una coppia di frati posti dal caso dinanzi ad antichi codici nascosti e, nel contempo, al tracollo della tirannia delle regole

Il valore aggiunto della quota locale di Anna Maria Di Falco

La flessibilità dei curricoli, negli ultimi anni, ha coinvolto parecchie istituzioni scolastiche. tra le esperienze interessanti realizzate, si segnala quella di un istituto comprensivo nel salernitano.

Multitask. Tecnologia & Didattica di Marco Guastavigna
internet rende più facile utilizzare sussidi digitali, “smontare” produzioni audiovisive, far comprendere il senso del diritto d’autore. la rai e youtube diventano occasioni per la didattica.

Edutainment. La grammatica in un gioco di Calogero Virzì
Imparare le regole grammaticali giocando significa costruire una motivazione forte, mettere in campo le emozioni, creare una moratoria della frustrazione

L’indocenza. Pensieri e parole di Silvana La Porta
Chi sono oggi e quali atteggiamenti hanno i genitori degli alunni? E quale società li circonda? Il difficile rapporto con i figli ha spesso, come risultato, un contrastato rapporto con i professori.

Puoi avere Scuolainsieme per un anno
a solo 20,00 euro

PER INFORMAZIONI CLICCATE QUI



Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.