Una dichiarazione a caldo del neosegretario Pd Renzi: bisogna ridare  autorevolezza sociale agli insegnantI….(DA tUTTOSCUOLA)


 

Abbiamo perso l’autorevolezza sociale del ruolo dell’insegnante, la riconquisteremo centimetro per centimetro”. E’ l’impegno di Matteo Renzi, che spiega: “E’ l’educazione il punto da cui ripartire“.

Una dichiarazione promettente e impegnativa del nuovo segretario del Pd, appena eletto, che sembra in linea con quanto emerge dalle indagini comparative internazionali: ciò che fa la differenza tra i diversi sistemi educativi, e che consente ad alcuni di occupare i primi posti nelle classifiche riguadanti i livelli di apprendimento raggiunti dagli studenti, non è di per sè la quantità delle risorse finanziarie impegnate nè il numero di alunni per classe, ma la qualità degli insegnanti, il prestigio sociale della loro figura, il rispetto degli alunni e soprattutto delle famiglie per il loro ruolo, la formazione continua, la forte motivazione etico-professionale. Tutti fattori riconducibili più alla dimensione culturale che a quella economica e organizzativa, ma proprio per questo di più lenta e complessa maturazione.

A Matteo Renzi non resta che fare sinceri auguri di successo per un’impresa, come quella di restituire autorevolezza e riconoscimento sociale agli insegnanti, che si annuncia difficile e di non breve periodo.