Riforme, in che mani siamo

Infine, ma è forse la cosa più bella, il Duce Calà ha detto che le riforme vanno fatte perché, “ce lo chiedono dalle cucine delle Feste de l’Unità” (giuro, non è una battuta: l’ha detto sul serio). Ecco: l’Italia è nelle mani di un uomo così. Auguri.

Riforme, in che mani siamo

In pochi minuti il Duce Calà ha detto che se Grasso riapre la discussione lui “fa convocare Camera e Senato” (neanche in guerra una roba così) perché “è una situazione inedita”, e ovviamente ha detto una bischerata enorme perché è già successo nel ’93 (Napolitano Presidente della Camera) e soprattutto perché è l’art.72 della Costituzione a imporlo. Ha detto “anche ‘sto Varoufakis ce lo semo tolti di torno“, poi ha parlato del famosissimo “tannel di Calais” (dev’essere vicino al tunnel della Gelmini pieno di neutrini transumanti) e ha ribadito che “la riforma della Costituzione la aspettano tutti (tutti chi?) da 70 anni” (giova umilmente ricordare che la Costituzione ne ha 67).

Il Duce Calà ha poi zimbellato Corbyn e i laburisti, i soli che “vogliono perdere sempre come i Washington Generals nel basket, ah ah ah” (ah ah ah), e nel dirlo ha insultato un partito (e un paese) che siede pure accanto al suo Pd in Europa; ha lodato Tsipras, ma solo perché ormai è uno Tsipras dimezzato come il visconte di Calvino. Ha parlato a casaccio della legge Tatarella del ’95, fingendo di aprire sull’art 2 (quello che nega l’elettività dei senatori e lo trasforma in un dopolavoro per nominati spesso inquisiti e sempre protetti da immunità). Ha parlato di “designazione” dei neo-senatori, una finzione che basterà alla cosiddetta minoranza dem (sempre più ridicola) per cantare vittoria (peccato che i “senatori” saranno sempre nominati dai partiti ed eletti da nessuno: l’elettore al massimo ratificherà quanto già deciso da Renzi stesso).

Il Duce Calà ha detto che molti hanno cambiato idea strada facendo, e probabilmente si riferiva a se stesso, che in un’altra vita aveva promesso il dimezzamento di parlamentari e indennità (il super-jet da quasi un milione a settimana in affitto rientra chiaramente in questa ottica), oltre ad elezioni con preferenze e mai più nominati (2/3 della nuova Camera e tutto il finto Senato nominato rientrano chiaramente in questa ottica). Infine, ma è forse la cosa più bella, il Duce Calà ha detto che le riforme vanno fatte perché, “ce lo chiedono dalle cucine delle Feste de l’Unità” (giuro, non è una battuta: l’ha detto sul serio). Ecco: l’Italia è nelle mani di un uomo così. Auguri.

http://www.ilfattoquotidiano.it/2015/09/22/riforme-in-che-mani-siamo/2058026/

——-

Riforma del Senato, Renzi minaccia Grasso: “Se apre a modifiche articolo 2 convocare il Parlamento”

http://tv.ilfattoquotidiano.it/2015/09/21/riforma-del-senato-renzi-minaccia-grasso-se-apre-a-modifiche-articolo-2-si-convochi-il-parlamento/416864/

Related Posts

Una scintillante Carmen  inaugura con un sold out la stagione lirica 2020 del Massimo Bellini

Una scintillante Carmen inaugura con un sold out la stagione lirica 2020 del Massimo Bellini

“Sempre tua” alla sala Roots, commuove la poliedrica Antonella Caldarella

“Sempre tua” alla sala Roots, commuove la poliedrica Antonella Caldarella

L’oboe di Francesco Di Rosa diretto da Hirofumi Yoshida incanta il Teatro Massimo Bellini

L’oboe di Francesco Di Rosa diretto da Hirofumi Yoshida incanta il Teatro Massimo Bellini

Teatro Argentum Potabile, commuovono i “Cuori sporchi” di Antonella Caldarella

Teatro Argentum Potabile, commuovono i “Cuori sporchi” di Antonella Caldarella

Matteo Musumeci e la sua bella sinfonia, aria nuova al Bellini

Matteo Musumeci e la sua bella sinfonia, aria nuova al Bellini

Un possente Beethoven diretto da Gelmetti inaugura al Bellini la stagione sinfonica 2020

Un possente Beethoven diretto da Gelmetti inaugura al Bellini la stagione sinfonica 2020

Su Vincenzo Pascuzzi

Vincenzo Pascuzzi: è stato docente precario per quasi venti anni prima del ruolo. Ha insegnato Matematica, Elettrotecnica, Fisica in vari licei, istituti tecnici e professionali di Roma. Segue le vicende dei precari e della scuola. Interviene con note e articoli su vari siti, blog, ml. Partecipa al gruppo Iuas (Insiemeunaltrascuola) e al gruppo facebook Invalsicomio.

Nessun commento ancora

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.