Rispunta la quarta fascia delle graduatorie Pronta la bozza di decreto, domande tra il 15 giugno e il 5 luglio…(da ItaliaOggi)


22/05/2012

 

 

ItaliaOggi

 

di Carlo Forte


Al via la IV fascia delle graduatorie a esaurimento. Alla fascia aggiuntiva avranno accesso i laureati in scienze delle formazione e per i diplomati di accademia e conservatorio, che abbiano conseguito il titolo abilitante tra il 2008/09, e 2010/11. La novità è prevista dall’art. 14, comma 2 ter, del decreto legge 216/2011, convertito con legge 14/2012. Che rinvia a un decreto ministeriale la fissazione dei termini (che presumibilmente andranno dal 15 giugno al 5 luglio) e le modalità di presentazione delle domande, che comunque dovranno essere inoltrate on line. E il ministero ha già approntato la bozza del decreto che sarà emanato a breve. ItaliaOggi lo ha letto ed è in grado di anticiparne il contenuto.

In coda alla terza

Va detto subito che la IV fascia è definita nella legge come graduatoria aggiuntiva da porre in coda alla terza fascia. E sarà costituita solo per i soggetti espressamente elencati nella legge. E cioè gli aspiranti in possesso del diploma Cobaslid rilasciato dalle accademie e dei titoli accademici di II livello rilasciati dai conservatori. A patto che abbiano conseguito i titoli nel triennio 2008/09, 2009/10 e 2010/11. Idem per i laureati in scienze della formazione primaria, che abbiano conseguito il titolo nel medesimo triennio. Tutti gli altri restano fuori perché le graduatorie restano chiuse.

No all’aggiornamento per chi c’è già

Conseguentemente i titoli che danno accesso alla fascia aggiuntiva delle graduatorie ad esaurimento saranno valutati solo a tale fine e non per il miglioramento del punteggio in eventuali altre graduatorie di I, II e III fascia, che potrà essere aggiornato solo a partire dal successivo triennio di validità delle graduatorie.

5 fasce per il sostegno

Ai fini della graduatoria aggiuntiva, gli interessati potranno far valer anche il titolo del sostegno. Resta il fatto, però, che è prevista l’ulteriore costituzione di una fascia aggiuntiva, nella quale saranno collocati coloro che sono già inclusi nelle graduatorie a esaurimento e che abbiano conseguito il titolo di sostegno dopo il termine di aggiornamento delle medesime. Pertanto, nel caso degli elenchi di sostegno, le fasce aggiuntive sono addirittura due. Nella prima fascia aggiuntiva saranno collocati coloro che faranno valere il titolo di sostegno tardivamente,ma comunque sono già inseriti nelle graduatorie. E nella seconda fascia aggiuntiva, i soggetti che entrano ora nella IV fascia della classe di concorso. Conseguentemente, le fasce delle classi di concorso e dei posti di scuola dell’infanzia e primaria saranno 4 ( le prime 3 fasce ordinarie + la fascia aggiuntiva). Mentre, per il sostegno, le fasce saranno complessivamente 5: le prime 3 fasce ordinarie + la fascia aggiuntiva degli inclusi che fanno valere tardivamente il sostegno + la fascia aggiuntiva di coloro che entrano ora in graduatoria e, contemporaneamente fanno valere anche il titolo di sostegno.

Aggiornamento della riserva ogni anno Il comma 2-quater dello stesso art. 14, prevede che gli aspiranti in possesso del titolo di accesso alla riserva dei posti prevista dalla legge 68/99 possano far valere tale titolo con cadenza annuale e non più, come accadeva in passato, solo in occasione dell’aggiornamento delle graduatorie. E dunque, lo stesso termine previsto per consentire l’accesso alle fasce aggiuntive avrà valore anche per i neoriservisti che abbiano intenzione di far valere tale titolo già da quest’anno.

Si può aggiornare anche la 104

In via eccezionale, tale possibilità sarà concessa, anche se solo per l’anno in corso, anche a coloro che abbiano conseguito i titoli per accedere ai benefici previsti dalla legge 104/92. Ciò per evitare disparità di trattamento tra coloro che avrebbero potuto far valere tali titoli nella fascia aggiuntiva e coloro che, per il solo fatto di essere già in graduatoria, non avrebbero potuto fruirne.