altL’unica cosa chiara è che [Profumo] ha affermato di voler dare attuazione alla riforma Gelmini. L’unica cosa che è stata attuata, a discapito di tutto, è l’aumento degli alunni per classe. Tutto ciò in barba alla qualità della didattica, alla qualità dell’aria nelle aule scolastiche ed alle norme sulla sicurezza.

 

 

 

 

 

 

 

Scuola pubblica: solo silenzio

Caro Severgnini, tutto tace su fronte della scuola pubblica. Il Ministro Profumo non sente l’esigenza di comunicarci il suo pensiero o, forse, sono distratta? L’unica cosa chiara è che ha affermato di voler dare attuazione alla riforma Gelmini. In Italia le cosiddette “riforme” della scuola non sono mai state attuate: sono sempre state uccise in culla, per cui non è possibile dare un giudizio su questa o quella. L’unica cosa che è stata attuata, a discapito di tutto, è l’aumento degli alunni per classe. Tutto ciò in barba alla qualità della didattica, alla qualità dell’aria nelle aule scolastiche ed alle norme sulla sicurezza. Spero che il problema dell’affollamento delle classi venga affrontato senza ricorrere alla solita media statistica che non tiene conto di una realtà molto variegata: in città 27/30 alunni per classe, e nei paesi 12/15. Cordiali saluti.

Silvana Porcu, jenniferjoplin@alice.it

http://italians.corriere.it/2012/03/05/scuola-pubblica-solo-silenzio/