altSono trascorsi gia’ diversi anni da quando la scuola di via Calatabiano, elementare e primaria, e’ stata resa non fruibile e non idonea successivamente il plesso, con gli alunni e i docenti fu trasferito in via Augusta attualmente l’area versa in stato di abbandono, generado non pochi disagi ai residenti delle zone limitrofe.

 

 

 

 

Siracusa, quartiere Tiche, Pillitteri: “un altro mutuo per la scuola di via Calatabiano? E’ paradossale!”

2 marzo 2010

Il vicepresidente della circoscrizone Tiche, Sergio Pillitteri, è intervenuto con una nota a seguito della notizia, diffusa qualche settimana fa, della necessita’ di sottoscrivere un ulteriore mutuo per reperire nuovi fondi necessari per la ricostruzione della scuola di via Calatabiano.

“E’ veramente paradossale – afferma Pillitteri – la dimostrazione che di anni ne sono passati veramente molti, dai tanti annunnci che si sono susseguiti; infatti la recente comunicazione dell’attuale assessore comunale alla pubblica istruzione, relativamente all’aumento dei prezzi per i lavori da eseguire, considerati gli anni trascorsi è la dimostrazione di una mancanza di programmazione adeguata nel rispetto dei tempi e di attenzione verso tali problematiche ed inadempienze”.

Pillitteri ricorda come gia’ il 17 settembre del 2009, durante una seduta consiliare, alla presenza dell’assessore comunale alla Pubblica istruzione Munafò, lui stesso chiese il perche’ di tale incompiuta e dell’abbandono dell’area di via Calatabiano, presentando anche apposita interrogazione per avere un chiarimento in merito ai tempi di ricostruzione.

“Sono trascorsi gia’ diversi anni da quando la scuola di via Calatabiano, elementare e primaria, e’ stata resa non fruibile e non idonea successivamente il plesso, con gli alunni e i docenti fu trasferito in via Augusta – conclude il consigliere – attualmente l’area versa in stato di abbandono, generado non pochi disagi ai residenti delle zone limitrofe. Rivolgo un appello all’assessore alla pubblica istruzione al fine di accellerare i tempi e l’iter necessario per la ricostruzione e riqulificazione dell’area, i residenti non possono e non devono attendere ancora altri anni, per avere garantitoo il livello di vivibilita’, inoltre restituire una scuola al quartiere e’ un dovere”.

http://www.siracusanews.it/node/13650