altNiente scuola per i bimbi di Stromboli. Non ci sono docenti disposti ad andare ad insegnare nella bella isola delle Eolie in Sicilia. Insomma tutti desiderano una cattedra ma se poi per ottenerla tocca passare l’inverno su un’isoletta fuori mano allora si preferisce rinunciare.

 

 

 

 

 

 

Stromboli troppo scomoda da raggiungere e i bimbi restano senza maestra

 I cittadini dell’isola siciliana denunciano: gli insegnanti nominati rinunciano all’incarico e i bambini restano senza maestre. Prevista per le elementari una sola pluriclasse di 21 alunni con due maestre ma ne è arrivata soltanto una. Identica situazione alle medie: una pluriclasse con due sole professoresse.

di Francesca Angeli – 28 settembre 2011

Niente scuola per i bimbi di Stromboli. Non ci sono docenti disposti ad andare ad insegnare nella bella isola delle Eolie in Sicilia. Insomma tutti desiderano una cattedra ma se poi per ottenerla tocca passare l’inverno su un’isoletta fuori mano allora si preferisce rinunciare.
Sono i cittadini di Stromboli a segnalare il caso, protestando contro le carenze del sistema scolastico. Nell’isola sono previste due pluriclassi. Una che raccoglie i 21 bambini della primaria e l’altra i 16 della secondaria. Ciascuna classe con due insegnanti. Ma poiché invece ne è arrivata una soltanto i genitori per protesta non hanno mandato i loro figli a scuola.
Per cinque classi elementari le maestre previste erano due ma dal 19 settembre in servizio sull’isola ne è rimasta una soltanto, visto che l’altra è stato temporaneamente spostata a Panarea, dove sembra che di maestre non ce ne fosse neppure una.
Per i ragazzi delle medie invece la scuola è iniziata soltanto ieri, presenti due insegnanti anche se altri ne dovrebbero essere nominati. Uno dei genitori coinvolti, Lucia Scibilia, spiega che «ogni anno si ripete la stessa storia: gli insegnanti nominati per le isole non accettano l’incarico e nel frattempo la scuola inizia con mesi di ritardo».
E anche quando si trova un docente disponibile magari risiede sulla terra ferma e spesso il mare impedisce la traversata. Dunque i rappresentati dei genitori di Stromboli, accompagnati dal sindaco di Lipari Mariano Bruno, sono stati ricevuti dal Provveditore agli Studi di Messina che si è detto disponibile ad attivarsi perchè almeno sia nominata una terza insegnante per le elementari, consentendo così lo sdoppiamento della classe in due. Per le medie bisognerà attendere le prossime nomine ma soprattutto aspettare di vedere se gli insegnanti accettano l’incarico.
Intanto le lezioni per la primaria in sostanza non sono neppure iniziate perché i 21 bambini, tutti di età diverse,avrebbero dovuto fare lezione con una sola insegnante. Ma i genitori si sono rifiutati di lasciare i loro figli in queste condizioni e, con una lettera inviata a tutti gli organi competenti, hanno chiesto al Maresciallo dei Carabinieri dell’isola di verificare la quantità di insegnanti presenti a scuola.
Intanto è nato un gruppo di protesta su Facebook Scuola In mezzo al Mare che in pochi giorni ha raccolto centinaia di iscritti. Chissà se attraverso il social network si riuscirà a trovare un’insegnante disponibile a passare l’inverno in mezzo al mare?

http://www.ilgiornale.it/interni/stromboli_troppo_scomoda_raggiungere_e_bimbi_restano_senza_maestra/cronaca-scuola-stromboli-scuola-maestre/28-09-2011/articolo-id=548657-page=0-comments=1