Organico dirigenti scolastici 2014/15: ultime novità

Nel pomeriggio di giovedì scorso (19 giugno), si è svolto presso il Miur un incontro sull’ organico dei dirigenti scolastici a.s. 2014/2015 e sul conferimento e mutamento di incarichi a.s. 2014/2015…
Per quanto riguarda il primo punto, l’Amministrazione ha informato che a causa della mancata intesa nella Conferenza unificata sulla programmazione della rete scolastica, i criteri di individuazione delle istituzioni sottodimensionate saranno gli stessi dello scorso anno scolastico. Secondo i dati forniti, vi sono 470 istituzioni sottodimensionate, su un totale di 8.513. Saranno attivati Cpia (per un totale di 52 sedi) solo in alcune Regioni e ciò in Emilia Romagna, in Lombardia, in Friuli Venezia Giulia, in Piemonte, in Puglia, in Toscana, Umbria e Veneto.
Le OO.SS. unitariamente hanno sottolineato la necessità di chiarire una volta per tutte quali siano i criteri per individuare le istituzioni scolastiche sottodimensionate e se ciò si debba fare riferimento all’organico di diritto o di fatto dell’anno scolastico di riferimento. E’ stato poi sollevato il problema delle sedi amministrative dei Cpia che, secondo notizie in possesso delle OO.SS., sono in alcuni casi inesistenti o addirittura allocate in strutture alberghiere. Si è ribadita comunque l’assoluta necessità che prima delle operazioni di mutamento di incarico siano attribuiti e resi pubblici i codici meccanografici di queste nuove istituzioni.
L’Amministrazione ha anche reso noto che non sono ancora disponibili dati definitivi sul numero dei posti vacanti. Il Miur ha comunicato che il numero delle richieste di trattenimento in servizio dei dirigenti oscilla tra 140 e 150, osservando che le determinazioni per il relativo accoglimento dipenderanno dalla presenza o meno nel decreto legge, varato dal Consiglio dei ministri venerdì 13 giugno scorso ma al momento ancora non in G.U., di un espresso divieto dei trattenimenti suddetti. – Continua a leggere