Concorso dirigenti scolastici, presto il bando. Vale il servizio da precari

Il bando di concorso per dirigenti scolastici sarà di prossima emanazione. Lo ha assicurato il ministro dell’Istruzione, Valeria Fedeli, nel corso dell’audizione alle commissioni Cultura di Camera e Senato. Dopo un’attesa estenuante, lunga più di due anni, nei prossimi giorni potrebbe arriva la fumata bianca per il nuovo bando…

Da sanare, o meglio, limitare il problema delle reggenze con presidi costretti a dirigere, in reggenza, più di 4-5 istituti con migliaia di studenti. Una situazione ormai al colasso che necessita un freno. Saranno 1500 i posti in palio, quasi l’attuale numero delle reggenze sul territorio nazionale.

Una quota – come riporta Italia Oggi, andrà a coprire i posti vacanti anche se con una spalmatura triennale che assomiglia più a un pannincello caldo per il malato. L’iter per la promulgazione del bando è iniziato. Prima il Mef, poi il regolamento in Gazzetta Ufficiale dopo via libera di Consiglio dei Ministri e Corte dei Conti. Poi l’emanazione definitiva da parte di Ministero dell’Economia e Ministero della Funzione pubblica.

Secondo indiscrezioni il regolamento non dovrebbe essere dissimile a quanto già inviato al Consiglio di Stato. La grande novità sarà che per i cinque anni di servizio minimo richiesto dai docenti sarà valido anche quello prestato da precari. Non sono mancate però le polemiche su questo assunto con questioni di legittimità sollevate da Anief che ha preannunciato un maxi ricorso da presentare al Tar del Lazio.

Andrea Carlino

http://www.tecnicadellascuola.it/item/27236-concorso-dirigenti-scolastici-presto-il-bando-vale-il-servizio-da-precari.html

Continua a leggere

Assunzione precari: quale priorità?

Assumere tutti i precari. Perché non esistono, dice il M5S, solo quelli delle Gae: e la seconda fascia d’istituto? Sulla questione interviene Silvia Chimienti, proponendo un incontro proprio dei precari di seconda fascia a Montecitorio (auletta dei gruppi parlamentari) il 4 dicembre prossimo dalle 14 alle 19. E la terza, gridano tanti supplenti sulla sua pagina Fb? Ed è ancora polemica. Ancora una volta l’un contro l’altro armati, è la vecchia storia, intenzionalmente creata, del precariato italiano della scuola… Continua a leggere

Così Mentana parlò dei precari della scuola

Quest’estate sarà ricordata come quella in cui con grande scalpore si è parlato di scuola. E purtroppo non in riferimento alla qualità dell’istruzione che, a quanto pare, sta a cuore a ben pochi. Sul problema assunzioni e “deportazione” forzata dei docenti interviene sulla sua pagina fb Enrico Mentana, suscitando le ire di molti docenti precari… Continua a leggere

Cari insegnanti precari, vergognatevi…

La notizia dell’assunzione nella scuola di 100mila precari è alla ribalta su tutti i quotidiani. Ma come viene considerato l’atteggiamento rinunciatario di tanti docenti italiani? Come è visto dall’esterno, da parte delle altre categorie di lavoratori? Abbiamo provato a sbirciare tra i numerosi, e talvolta sdegnati commenti, dei lettori… Continua a leggere

Quanti precari rinunceranno all’immissione in ruolo?

Molti precari non faranno domanda di partecipazione al piano straordinario di assunzioni. E’ questo il risultato del farraginoso procedimento in fasi che qualche sindacato ha definito una vera e propria lotteria estiva. Non a caso la Flcgil aveva chiesto, vanamente, di unificare le fasi B e C… Continua a leggere

Assunzione precari: il problema sono le dotazioni organiche

Precari della scuola, sentenza europea, risarcimento danni e assunzioni: sono questi i temi caldi del momento. Abbiamo intervistato uno dei primi promotori di ricorsi al giudice del lavoro sulla questione, l’assistente amministrativo Mario Di Nuzzo, il quale da tempo segue a nome suo e di molti altri precari gli sviluppi della vicenda… Continua a leggere

Centinaia di precari dichiarano guerra a Renzi

Centinaia di supplenti dichiarano guerra a Renzi. Non sono affatto soddisfatti dal colossale piano di 150mila assunzioni previste per il 2015 che vede numerosi esclusi. La battaglia è dura e si combatte a suon di ricorsi al Tar e al tribunale del Lavoro. Come riferisce il quotidiano Il tempo essi rivendicano il diritto a non rimanere per sempre esclusi dalla «Buona Scuola» del premier, perché i nuovi docenti non dovranno essere assunti solo dalle GAE… Continua a leggere

Catania, 19 docenti precari assunti…e poi licenziati

Attenzione. Tutto può succedere in Italia. Anche che si venga assunti e subito dopo ci sia qualche pentimento. La notizia viene da Catania dove 19 docenti precari, vincitori del concorso statale del 2012, il 26 agosto scorso si sono recati felici a ricevere la tanto sospirata proposta di assunzione, con contratto a tempo indeterminato per la scuola primaria, in qualità di insegnanti di sostegno. Ma la festa è durata poco, nemmeno 48 ore. Continua a leggere

I precari del Nord contro quelli del Sud: faremo ricorso contro i trasferimenti

E adesso i precari delle scuole del Nord non ci stanno più. E addirittura scrivono al ministro Giannini per invitarlo a monitorare con attenzione lo spostamento dei precari dal Sud Italia nelle più ricche province settentrionali per mettere dei paletti significativi agli spostamenti selvaggi… Continua a leggere

M5S, Chimienti e Ciprini: basta ai corsifici per scalare le graduatorie, niente business sulla pelle dei precari

E’ tempo di aggiornamento delle Gae e già qualche A.T. ha pubblicato gli elenchi. Ed è risaputo che le graduatorie si scalano con il punteggio di servizio, ma non solo: negli ultimi anni un peso determinante lo hanno avuto i numerosi corsi a pagamento, che hanno rimpinguato le casse di Enti e corsifici vari.

E’ ancora il M5S, che in questa estate ha fatto della scuola una delle sue principali bandiere di lotta, a far luce su quest’altra piaga che riguarda il mondo scolastico: gli attestati ottenuti presso corsifici a pagamento che attribuiscono punti nelle graduatorie di merito dei docenti e che hanno creato un vergognoso divario tra chi se li può permettere e chi no… Continua a leggere

Gae a Roma: è una tragedia collettiva per i precari

Graduatorie ad esaurimento. A quanto pare la tragedia per alcuni docenti comincia da Roma. Perchè a Roma sono state pubblicate per prime le graduatorie provvisorie e dai commenti dei docenti precari del luogo si può ricavare quello che probabilmente sarà un trend nazionale… Continua a leggere

Precari, sì dell’Inps: per luglio e agosto arriva la disoccupazione

Tutti gli insegnanti che stanno vivendo la loro ultima estate da precari possono tirare un sospiro di sollievo: finalmente l’Inps ha dato il via libera al pagamento dell’Aspi (l’ex assegno di disoccupazione) per luglio e agosto a favore dei docenti e degli amministrativi Ata, che dal prossimo 1 settembre saranno a tutti gli effetti assunti a tempo indeterminato. La decisione arrivata «dopo settimane di confusione», scrive la Flc Cgil sul proprio sito, va incontro ai moltissimi precari che diversamente non avrebbero preso un euro durante i mesi estivi e che si erano rivolti in massa a patronati e sportelli previdenziali per il riconoscimento del diritto…

Continua a leggere