Vietata a Carnevale la “grande abbuffata” di maccheroni a scuola

Proibita a Carnevale la “grande abbuffata” di maccheroni al sugo nella scuola del comune di Aci Bonaccorsi, plesso distaccato dell’Istituto comprensivo che ha sede nel comune di Valverde. Entrambe le scuole sono frequentate da alunni di scuola dell’infanzia e di scuola primaria. Nel comune di Valverde, anche da alunni di scuola secondaria di primo grado… Continua a leggere

Zigmunt Bauman: il professore deve adottare un “insegnamento liquido”

Una voce critica quella di Bauman, ma aperta alla speranza: le attuali contraddizioni delle società occidentali possono aprire a nuove aggregazioni sociali, politiche e culturali… nZigmunt Bauman, la scuola in una società “liquida” a cura di Mario Quaranta

Continua a leggere

Così Mentana parlò dei precari della scuola

Quest’estate sarà ricordata come quella in cui con grande scalpore si è parlato di scuola. E purtroppo non in riferimento alla qualità dell’istruzione che, a quanto pare, sta a cuore a ben pochi. Sul problema assunzioni e “deportazione” forzata dei docenti interviene sulla sua pagina fb Enrico Mentana, suscitando le ire di molti docenti precari… Continua a leggere

Chimienti: “Nessuno punta a una ipersessualizzazione precoce dei bambini nelle scuole”

“Nessuno ha intenzione di introdurre pratiche sessuali negli asili o di indottrinare i bambini su presunte “ideologie gender”. Tenta così di fare chiarezza il M5S su una questione di importanza rilevante che sta animando molte polemiche… Continua a leggere

Confermato il piano di assunzioni, ci saranno pure i docenti nelle graduatorie d’istituto

Il dato emerge dall’incontro del 16 febbraio con i sindacati. Massimo Di Menna (Uil Scuola): il provvedimento dovrebbe riguardare anche gli insegnanti abilitati, non presenti nelle GaE, che hanno tre anni di servizio, su posti disponibili in organico. M per il resto ci sono forti criticità: nel decreto vi sono interventi unilaterali sul rapporto di lavoro, il Governo sta entrando in contrasto col mondo della scuola. .. Continua a leggere

Sabato senza scuola per tutti?

720 mln di euro all’anno: è questo il considerevole risparmio che genererebbe l’applicazione in tutte le scuole della settimana corta.Infatti il taglio attuato con la Legge di Stabilità 2015 agli enti locali presto produrrà effetti diretti sui servizi pubblici. A iniziare dall’offerta scolastica… Continua a leggere

Scuola italiana, la grande paura della valutazione

La scuola italiana, ormai è risaputo, è restia a farsi valutare. Sarà perché è consapevole delle sue pecche e non vuole che nessuno le scopra, sarà perché è difficile trovare criteri quanto più oggettivi e condivisi, fatto sta che il momento della valutazione è visto come un giudizio senza possibilità di appello piuttosto che come un incentivo al miglioramento… Continua a leggere

Il contributo economico delle famiglie non è obbligatorio, ma senza le scuole non ce la fanno

Diverse scuole, a causa della scarsità di risorse finanziarie, chiedono un contributo economico alle famiglie. I genitori sono chiamati a pagare anche un bollettino intestato alla scuola per il pagamento di un contributo la cui cifra, in alcuni casi, è consistente (può superare i 100 euro per alunno). Si tratta di contributi che dovrebbero essere finalizzati all’innovazione tecnologica, all’edilizia scolastica e all’ampliamento dell’offerta formativa e che, in alcuni casi sono utilizzati dalle scuole per far fronte a spese ordinarie: piccola manutenzione, fotocopie, pulizie. Ci sono costi, però, come l’assicurazione obbligatoria degli alunni, il costo materiale delle pagelle o il libretto di assenze, che le scuole anticipano per conto delle famiglie… Continua a leggere

La bocciatura a scuola non serve a niente

La bocciatura, a scuola, non serve a niente. E nel nostro Paese si boccia un po’ troppo. A sostenerlo è l’Ocse che ha recentemente pubblicato un approfondimento sui test Pisa  –  acronimo di Programme for International Student Assessment (Programma per la valutazione internazionale dell’allievo)  –  svolti nel 2012: il test internazionale che saggia le competenze dei quindicenni in Lettura, Matematica e Scienze. Il titolo del focus numero 43 è emblematico: “Gli studenti svantaggiati hanno più probabilità di ripetere l’anno?”. La risposta sembra essere affermativa… Continua a leggere

Calcola il Mof della tua scuola

In applicazione dell’accordo tra UIL Scuola, Cisl Scuola, Snals e MIUR, sottoscritto il 7 agosto 2014 per l’assegnazione delle risorse contrattuali alle scuole adesso è possibile, come illustra una interessante scheda della Uil scuola, calcolare quanto toccherà a ogni singola istituzione scolastica per la retribuzione accessoria del personale… Continua a leggere

Sindacati, una partita a poker con 148.100 assunzioni sul tavolo…

La scelta dei sindacati del pubblico impiego di mettere in campo unitariamente forme radicali di protesta (manifestazione nazionale e raccolta firme, forse un domani anche l’astensione dal lavoro) contro le politiche dell’esecutivo sembra un atto quasi dovuto, almeno per quello che concerne l’istruzione. Il documento del Governo La Buona Scuola ipotizza di togliere ai sindacati la loro stessa ragion d’essere, trasformando la materia tradizionalmente contrattuale, data dal trattamento economico e dalla progressione di carriera, in materia di produzione legislativa… Continua a leggere

Cambiare la scuola: tre limiti dell’iniziativa politica

Sono stata al cantiere “SOS scuola” organizzato dal PD a Terrasini per cercare di capire quali possano essere le future sorti della scuola e soprattutto per intuire se davvero noi insegnanti possiamo influire in qualche modo sui processi decisionali, abbastanza avanzati ancorché confusi e disarticolati, in atto… Continua a leggere