Supplenze e messa a disposizione su sostegno specializzati vietata: un altro pasticcio

Anche quest’anno la nota ministeriale 37381 del 29 agosto 2017, contenente istruzioni e indicazioni operative  in materia di supplenze al personale docente, educativo e ed A.T.A. vieta ai docenti  specializzati per le attività di sostegno, inseriti nelle graduatorie, di presentare domanda di messa a disposizione, cosa invece consentita ai docenti curricolari… Continua a leggere

Immissioni ruolo sostegno: svantaggiate le regioni del sud?

In merito alle disponibilità complessive uscite dopo la mobilità per il sostegno, sono arrivato alle seguenti conclusioni…

 

confrontando le disponibilità residue con gli aumenti dei posti in organico di diritto stabiliti dalla seconda tranche del decreto Carrozza (posti su cui si sono realizzate le operazioni di mobilità a differenza dei posti della I tranche di marzo che sono corrisposti ad altrettanti ruoli) si è avuto che: Abruzzo +38 Basilicata +17 Calabria -20 Campania -15 Emilia Romagna +249 Friuli Venezia Giulia +81 Lazio +388 Liguria +140 Lombardia +780 (più premiata) Marche +112 Molise -24 Piemonte +469 Puglia +137 Sardegna +124 Sicilia -226 (più penalizzata) Toscana +192 Umbria +53 Veneto +329 Considerando il fatto che sulle disponibilità residue si applicherà anche un’aliquota per far arrivare le attuali disponibilità totali di 16.166 a quelle che dovrebbero essere autorizzate di 13.342, accadrà come al solito che verranno penalizzate Sicilia, Calabria, Campania e Molise.

Quindi nelle regioni dove invece il saldo post mobilità è positivo ci saranno più immissioni, mentre nelle regioni con saldo negativo a causa dell’eccessiva mobilità concessa, ci saranno pochi ruoli. Non trovo questa cosa giusta e secondo me dovremmo chiedere una ridistribuzione per non favorire sempre le stesse regioni già “buone” a svantaggio delle ultra martoriate regioni del sud

di Antonio Tarolla

Continua a leggere

TFA II ciclo – Anche gli specializzandi del sostegno hanno diritto ad accedere automaticamente e in soprannumero

Come ormai noto è stato avviato il secondo ciclo dei cd Tirocini Formativi attivi (di seguito TFA) attivati con il decreto n. 312 del 16 maggio 2014 e disciplinati a monte dal Decreto Ministeriale n. 249/2010, con cui il Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca (di seguito MIUR) ha regolamentato il canale abilitante che si è succeduto alle scuole di specializzazione per l’insegnamento (di seguito SS1S)… Continua a leggere

Insegnanti di sostegno: info bandi, requisiti ammissione e come iscriversi

In pubblicazione presso alcuni degli Atenei, i bandi di concorso per la partecipazione alle prove di ammissione ai corsi di specializzazione per le attività di sostegno didattico agli alunni con disabilità della scuola dell’infanzia, primaria, secondaria di I e II grado, per l’anno scolastico 2013-2014. I posti disponibili sono differenti da regione in regione. ..

Specializzazione sostegno: requisiti e titoli di accesso

Gli aspiranti che intendono partecipare al bando di concorso per il conseguimento del titolo di specializzazione per le attività di sostegno didattico agli alunni con disabilità da svolgersi nella scuola dell’infanzia, primaria e scondaria di primo e secondo grado, devono essere in possesso di un titolo di abilitazione all’insegnamento e uno dei seguenti titoli di sotto indicati:

  • titolo di abilitazione all’insegnamento per la scuola nella quale si intende svolgere le attività di sostegno didattico;
  • abilitazione all’insegnamento per la scuola nella quale si intende svolgere le attività di sostegno didattivo conseguito all’estero;
  • diploma magistrale conseguito entro l’a.s. 2001-2002.

Per alcuni atenei, il diploma magistrale, quale titolo di abilitazione al sostegno non è considerato titolo di accesso valido alla partecipazione alle prove preselettive. Il bando per la partecipazione ai corsi di specializzazione per il sostegno è, infatti, differente da Ateneo ad Ateneo, e presenta delle procedure di iscrizione e di pagamento del contributo di accesso diversificate.

Corsi specializzazione sostegno: come presentare domanda

Per presentare domanda di partecipazione ai corsi di specializzazione per le attività di sostegno, è necessario autocertificare tutti i titoli in possesso validi al fine del concorso, in base alla procedura on-line richiesta dal canale utilizzato dall’Ateneo in cui ci si iscrive. Nella stessa sezione, sono presenti il bando di concorso per il sostegno e i posti disponibili per ogni grado di scuola (infanzia, primaria, secondaria di I e II grado).

L’aspirante che intende presentare domanda per partecipare al concorso per la specializzazione per le attività di sostegno con titolo di abilitazione all’insegnamento titolo di abilitazione all’insegnamento conseguito all’estero, il titolo deve essere presentato tradotto, legalizzato e accompagnato dalla dichiarazione di valore e dichiarazione di validità rilasciata dalla rappresentanza diplomatica competente.

http://http://it.blastingnews.com/lavoro/2014/06/insegnanti-di-sostegno-info-bandi-requisiti-ammissione-e-come-iscriversi-00102848.html

Continua a leggere