Bocciato in una materia, promosso dal Tar

Per il Tar non si può fermare uno studente con un solo 5. E’ successo a Rovigo dove un alunno di 17 anni, frequentante un istituto professionale del Polesine, rimandato a giugno in Italiano, una materia fondamentale del percorso di studio, con 5 in pagella e bocciato a settembre è stato poi promosso dal tribunale: secondo i giudici, infatti, l’insufficienza in una sola disciplina decretata dagli insegnanti di per sè non può impedire l’ammissione dello studente all’anno successivo… Continua a leggere

Il Tar: “Tre insufficienze non sono motivo di bocciatura”

IL TAR: «TRE INSUFFICIENZE NON SONO MOTIVO DI BOCCIATURA»…

Non bastano tre insufficienze gravi per giustificare una bocciatura. Nei giorni degli scrutini i docenti dovranno tenere a mente una recente sentenza del Tar che ha promosso uno studente di un liceo classico dell’Eur nonostante avesse come voti della pagella finale 3 in matematica, 3 in storia dell’arte e 4 in fisica. Per i giudici del Tar del Lazio, infatti, i docenti del liceo «non hanno valutato la preparazione complessiva dello studente bocciato» che aveva un 8 in italiano.

La Repubblica – ed. Roma – 13 giugno 2014 – pag. XI

Continua a leggere