Libero Tassella commenta il progetto Renzi per la scuola…

La cosa più inquietante che si sono anche aperti ” democraticamente” dei cantieri governativi e di partito, un elemento di cui si parla è la cosiddetta meritocrazia per gli insegnanti di ogni ordine e grado al posto degli scatti automatici, si costruirà una carriera con corsi e corsetti, rigorosamente a pagamento, per ingrassare ancora do più quelle lobby della formazione, le università in particolare che oggi ne hanno il monopolio! Da indiscrezioni giornalistiche i tre piedi della riforma Renzi, realizzata con un bliz estivo, potrebbero essere quindi: 1) l’orario cosiddetto potenziato, 24 ore per i docenti della secondaria di primo e secondo grado sia pure al momento facoltativi, ( ci sarebbe la corsa dei docenti, per arrotondare uno stipendio compresso e compromesso); 2) il taglio di un anno della scuola secondaria di secondo grado, per uniformarci all’Europa dove dalla scuola si esce a 18 anni ( con una falcidia di organico ,senza alcun precedente, nella secondaria di secondo grado), 3) la meritocrazia, cui si accennava, prevedendo tre o quattro livelli di carriera, ricordate il DL Aprea, livelli che saranno superati se si può vantare un lungo curriculum a punti fatto di corsi e corsetti, certificato a spese ovviamente dell’insegnante in carriera da Università e enti accreditati, tra cui ,perché no, anche i sindacati della scuola, non si esclude un esame per il passaggio di carriera, un concorsone; in uno di questi cantieri governativi non c’è per caso un certo Berlinguer Luigi? Non ha dimenticato di essere stato costretto a dimettersi dagli insegnanti da Ministro con D’Alema premier per un contratto che prevedeva un concorsaccio, che piaceva tanto ai sindacati, tanto che lo firmarono; non ha scordato di aver dovuto sospendere il suo progetto, ora dopo anni lo riprende e finalmente lo porta a termine, nell’ombra di un cantiere, Renzi premier! Questi hanno fretta come Renzi nell’incontro con i 5 Stelle oggi in streeming, sulla legge elettorale! La categoria degli insegnanti, quella no, non ha fretta, gli insegnanti sono come le stelle che nel cielo stanno a guardare,