La grande danza torna di nuovo il 16 agosto protagonista sul palcoscenico di Taormina Arte, con un altro capolavoro della danza moderna: Spartacus, il celeberrimo balletto sulle splendide musiche di Aram Khačaturjan in tre atti, dodici scene e nove monologhi…

 

libretto di Jurij Grigorovič tratto dall’omonimo romanzo di Raffaello Giovagnoli e dagli eventi storici con riferimento all’opera di Nikolaij Volkov. Una produzione di assoluta qualità del National Academic Bolshoi Ballet Theatre.

SPARTACUS UN EROE TRACE

Una produzione questa della sezione Musica & Danza, diretta dal Maestro Enrico Castiglione, che sottolinea due aspetti importanti della personalità dell’eroe trace: da una parte il suo coraggio, le stupende qualità combattive per raggiungere il suo ideale che è la libertà degli schiavi e dei gladiatori, e dall’altra il suo calore sentimentale e umano. Phryghia la moglie, è il personaggio femminile più forte nella storia del balletto: il suo coraggio e l’amore che prova per il marito non conoscono confini. Il sacrificio eroico di Spartacus precede e pare che annunci il sacrificio sublime e più grande che avverrà su un’altra croce e che riscatterà non solo gli schiavi ma tutta l’umanità.