Immaginate una donna chiamata Coscienza,  che il mondo -per agio o per fortuna – riconverte in Enza.  Datele poi 44 anni, un paio di occhiali storti, una madre smemorata a Parigi e infine un lavoro indicibile….

 

DAL 18 AL 23 MARZO 2014

SCUSATE LA POLVERE

di Elvira Seminara
riduzione e adattamento Rita Verdirame
regia Gianpiero Borgia
scene e costumi Dora Argento
musiche Papaceccio MMC & Francesco Santalucia

con Loredana Solfizi
Luana Toscano, Egle Doria, Giada Colonna, Giorgia Boscarino

produzione Teatro Stabile di Catania

Spettacolo a scelta

Scheda dello spettacolo

Gianpiero Borgia-web
Gianpiero Borgia

Immaginate una donna chiamata Coscienza,  che il mondo -per agio o per fortuna – riconverte in Enza.  Datele poi 44 anni, un paio di occhiali storti, una madre smemorata a Parigi e infine un lavoro indicibile, mentre il marito vola – per sempre – in un fosso. Nel romanzo di Elvira Seminara, felicemente ridotto da Rita Verdirame, la vita è in scena dal primo momento, con l’irruzione dei più vari umori.  Specialmente se a guastare il lutto c’è una sconosciuta morta nell’auto del marito, avvinghiata nello stesso precipizio, il che trasformerà la vedova in detective sulle tracce del misterioso coniuge, assieme a due amiche speciali, Mia e Alice.   Il tutto dentro una Sicilia glocal, magica ironica e sensuale, dove il pianto può trasformarsi in danza, sino alla bella sorpresa finale.  Il che rende “Scusate la polvere”, con l’eversiva voce di Coscienza, una “malincomica” commedia umana.