IMGIn effetti forse c’è qualche necessità di cambiamento all’Invalsi dopo l’ottima prova data con gli errori nelle griglie di correzione della prova nazionale agli esami di terza media.

 

 

 

 

 

Test Invalsi, se 2+2 fa 5 e i fannulloni sgobbano

di Franco Labella

 

 

Il valutatore

Stavolta le eventuali critiche alla giovane scrittrice di favole non hanno ragion d’essere.

Le telefonate a Luigi Bisignani, di cui si è letto sui giornali, non solo sono legittime ma persino opportune.

Il giovane Ministro è favorevole alla valutazione ed ha fatto della meritocrazia il suo grido di battaglia.

Che problema c’è nel telefonare a Bisignani?

E’ uno che segnalava manager, valutava giornalisti come Santoro e faceva scrivere la lettera di licenziamento per il medesimo.

Ha anche dichiarato di essersi impegnato in favore di Ministri e Sottosegretari per i cui ruoli segnalava i migliori e le migliori.

Il problema non solo non c’è ma forse il giovane Ministro potrebbe persino nominare Bisignani a capo dell’organismo di valutazione.

A meno che nei prossimi mesi ed anni non abbiano entrambi altro da fare.

 

L’OFSTED de noantri ovvero se 2+2 fa 5

In effetti forse c’è qualche necessità di cambiamento all’Invalsi dopo l’ottima prova data con gli errori nelle griglie di correzione della prova nazionale agli esami di terza media.

Ne ha scritto già Mila Spicola ma è necessario commentare la risposta del giovane Ministro che ha reagito da par suo alle speculazioni dei soliti “comunisti”.

“E’ una polemica ridicola su un fatto del tutto marginale “.

Il fatto marginale è che le griglie sbagliate determinavano un punteggio e quindi un voto non corretto.

E si badi che le segnalazione sul possibile errore sono partite dalle scuole.

Insomma prove oggettive con risultati non oggettivi ma soggetti alla determinazione di chi poteva decidere che 2+2 fa 5.

Cosa c’è di peggio della sciatteria?

Dopo il cambio di sesso dell’analisi del testo degli scorsi esami di Stato, il ”calcolo non del tutto corretto” come lo ha definito il giovane Ministro.

E se il “calcolo non (è) del tutto corretto” il voto finale sarebbe stato anch’esso “non del tutto corretto?”. O no?

Magari, però, l’avrebbero aggiustato con una leggina.

Ma se ne sono accorti prima i docenti, quelli costretti a fare, in qualche caso, la nottata per le verifiche successive.

I “fannulloni” insomma e magari anche qualcuno dell’Italia peggiore per dirla con Brunetta.

http://www.unita.it/scuola/test-invalsi-se-2-2-fa-5-br-e-i-i-fannulloni-i-sgobbano-1.308562