Momenti di grande  intensità, al Liceo “Leonardo” di Giarre, per le celebrazioni, il 27 gennaio scorso, del Giorno della memoria…

 


con un incontro reading di brani sull’Olocausto che ha visto la sinergia della scuola superiore con l’Assessorato alla Cultura e alla Pubblica Istruzione del comune di di Giarre, rappresentato dalla dott.ssa Teresa Sciacca, capufficio istruttore amministrativo della Biblioteca “Domenico Cucinotta”,  dalla dott.ssa Clara Mirabella, caposervizio della stessa,  e dall’assessore Leo Cantarella; un incontro fortemente voluto dalla dirigente, Carmela Scirè, sempre attenta a fecondi rapporti dell’istituzione scolastica con il territorio, e dalla Prof.ssa Maria Antonia Grasso, acuta appassionata di letteratura e infaticabile organizzatrice.
Dopo i saluti di rito, si sono alternati sul palco gli alunni del liceo, emozionati e compenetrati nel ruolo di lettori di brani tratti da alcune delle maggiori fatiche letterarie del Novecento mondiale, che hanno affrontato, da più angolazioni, il tema dell’Olocausto. Le parole di Elias Canetti, Fred Ulhman, Primo Levi,  Hannah Arendt hanno riecheggiato il ricordo di drammatici avvenimenti, mentre gli applausi segnavano, di tanto in tanto, i passi più toccanti e commoventi. Reading condiviso, perché anche gli adulti, la dirigente, i professori, i rappresentanti istituzionali del Comune hanno voluto far sentire le loro voci, mescolarle a quelle dei più giovani, in un solenne momento di ricordo di un dramma immane, sottolineato anche dall’ospite d’eccezione, il Presidente dell’Associazione Culturale Ebraica “B’Naj Isaac”, Benito Triolo.
Grande commozione, che è premessa di sentito e perenne ricordo, in questo omaggio spontaneo e sincero, come solo l’animo dei ragazzi sa fare. Ma un grazie anche agli adulti che li hanno saputi così sapientemente guidare.

Silvana La Porta