E’ stata una grande anteprima mondiale con il pubblico delle grandi occasioni, anche perché i nuovi arrivati nel cast di voci hanno fatto il loro gioco: Gerry Scotti, Claudia Gerini, Fabio De Luigi, Giorgio Faletti e Riccardo Garrone non si dimenticano facilmente. ..(di Silvana La Porta, inviata a Taoarte)

Ma lo scenario del teatro greco ha dato il suo contributo decisivo. Grande serata, dunque, sabato scorso per la proiezione di Toy Story 3 che ha inaugurato la 56 edizione del Tao Film festival. E malgrado siamo giunti alla terza edizione della mitica storia dei giocattoli parlanti, la storia ha preso gli spettatori come se fossse la prima volta: lacrime, risate, tensione e suspence non sono mancate per i numerosissimi fan assiepati sulle gradinate con gli inseparabili occhialoni 3 d per assistere alla vicenda movimentata di una fuga simile a quella da un carcere. Nella nuova storia ritroviamo Andy, ormai 18enne, che sta per partire per l’università,: ma quando decide di mettere i suoi giochi in soffitta, per sbaglio, invece, la madre li dona all’asilo Sunnyside Daycare.  Mentre il cowboy Woody, indimenticabile personaggio delle storie precedenti, pensa a  ritornare da Andy, il suo amato padroncino, l’astronauta Buzz e gli altri giocattoli all’inizio pensano di essere finiti in un paradiso, fra mille altri giochi che li accolgono calorosamente, a cominciare dal capo, l’orsacchiotto Lotso, e tanti nuovi bambini con cui divertirsi. Scoprono presto però che i bimbi, molto piccoli, sono piccoli demoni e che l’asilo di notte per i giocattoli si trasforma in una prigione. Nasce così l’idea di un piano di fuga.

La nuova sceneggiatura, affidata a Michael Arnd (Oscar per Little Miss Sunshine), è davvero convincente e la regia di Lee Unkrich, montatore dei primi due Toy Story, coregista di Toy Story 2, Monsters & Co e Alla ricerca di Nemo, appassionante.

Grande cinema per un pubblico entusiasta, arrivederci al 7 luglio per l’uscita in Italia, con una sorpresa: Fabrizio Frizzi e Massimo Dapporto come doppiatori di Woody e Buzz. Siamo certi che tutti  rivedremo questo magico cartone con gioia.