altDurante la prima ora di lezione, nella scuola elementare “Federico Guella” di Lizzana di Rovereto, è scoppiata la paura. Al suono dell’allarme antigas, infatti, insegnanti e alunni hanno immediatamente abbandonato l’edificio in attesa dell’arrivo dei vigili del fuoco. Di lì a poco, la beffa. Durante l’ispezione, i pompieri hanno scoperto che a far scattare l’allarme era stata la puzza dei broccoli cotti in cucina

Scatta allarme gas, erano i broccoli

Trento, evacuata una scuola elementare

Durante la prima ora di lezione, nella scuola elementare “Federico Guella” di Lizzana di Rovereto, è scoppiata la paura. Al suono dell’allarme antigas, infatti, insegnanti e alunni hanno immediatamente abbandonato l’edificio in attesa dell’arrivo dei vigili del fuoco. Di lì a poco, la beffa. Durante l’ispezione, i pompieri hanno scoperto che a far scattare l’allarme era stata la puzza dei broccoli cotti in cucina.

alt

La colpa sarebbe infatti del nuovo e sensibilissimo sensore antigas. Montato da poco, era scattato perché aveva registrato l’intenso odore proveniente dalle pentole della cucina, dove stavano cuocendo i broccoli per il pranzo.

“Sensori così sensibili, che captano vapori intensi come quelli provocati alla fermentazione dei cavoli, possono creare questo tipo di inconveniente”, hanno spiegato i vigili del fuoco. “E’ stata una vera esercitazione senza preavviso, per cui attendibile, sul funzionamento delle disposizioni d’emergenza”, hanno invece osservato i dirigenti della scuola.