Oltre a sei membri del Miur, accanto ai delegati di Cgil, Cisl, Uil e Snals, al tavolo siedono quattro rappresentanti delle scuole paritarie: suor Anna Monia Alfieri, esperta di costo standard per studente, i presidenti della Fidae Virginia Kaladich, e del cdo-Foe Marco Masi, il segretario nazionale aggiunto della Fism Antonio Trani. A cui si aggiunge ora l’Agesc, la cui assenza, spiegava Gontero nella lettera inviata a Fedeli, era «una scelta educativa in totale contraddizione ….

[Enorme lapsus freudiano del ministro Fedeli: dimentica le FAMIGLIE nel gruppo di lavoro sul costo standard, mentre abbondano i rappresentanti delle scuole private cattoliche! E nemmeno i gestori delle paritarie cattoliche se n’erano accorti! Forse inconsciamente ENTRAMBI ammettono che cercano di aggirare l’art. 33, Cost. più per loro stessi che per le famiglie.]

Risultati immagini per lapsus freudiani

——-

Nel gruppo di lavoro di Berlinguer

PARITARIE, I GENITORI DEFINIRANNO I COSTI 

di Emanuela Micucci – Italia Oggi – 9 gennaio 2018 – pag. 37

Esclusi dal gruppo di lavoro del Miur per la definizione del costo standard di sostenibilità per studente delle paritarie, dopo le proteste i genitori hanno ottenuto dalla ministra dell’istruzione Valeria Fedeli l’ingresso di un rappresentante dell’Agesc, l’associazione presieduta da Roberto Gontero. Costituito il 22 novembre con un apposito decreto ministeriale, il gruppo di lavoro è composto da 14 membri, coordinati dall’ex ministro dell’istruzione Luigi Berlinguer, il padre nel 2000 della legge 62 sulla parità scolastica. Oltre a sei membri del Miur, accanto ai delegati di Cgil, Cisl, Uil e Snals, al tavolo siedono quattro rappresentanti delle scuole paritarie: suor Anna Monia Alfieri, esperta di costo standard per studente, i presidenti della Fidae Virginia Kaladich, e del cdo-Foe Marco Masi, il segretario nazionale aggiunto della Fism Antonio Trani. A cui si aggiunge ora l’Agesc, la cui assenza, spiegava Gontero nella lettera inviata a Fedeli, era «una scelta educativa in totale contraddizione con quanto dichiarato nel decreto stesso sulla «libertà di scelta educativa di cui è responsabile la famiglia» e con i documenti richiamati a fondamento di questo lavoro, in particolare la Costituzione agli articoli 2, 3, 30 e 33, tutti tesi a ribadire diritti e doveri dei genitori». Il gruppo di lavoro, che dura in carica tre anni, ha il compito di analizzare il costo standard di sostenibilità per allievo quale strumento per realizzare processi di efficacia, efficienza e qualità delle scuole paritarie previste dalle legge 62/2000; definirlo quale strumento per garantire il diritto fondamentale all’istruzione nel rispetto della piena libertà di scelta educativa delle famiglie. Valutare l’impatto in efficienza ed efficacia, a parità di qualità formativa, della sua eventuale progressiva introduzione. «È venuto il momento di iniziare a fare sul serio sul pluralismo formativo», commenta Fedeli.

http://www.disal.it/Objects/Pagina.asp?ID=24888&Titolo=Costo%20standard:%20le%20richieste%20dei%20genitori

http://www.italiaoggi.it/giornali/preview_giornali.asp?id=2237426&codiciTestate=1&sez=professionisti&titolo=Paritarie,%20i%20genitori%20definiranno%20i%20costi

http://rstampa.pubblica.istruzione.it/utility/imgrs.asp?numart=7HNM3R&numpag=1&tipcod=0&tipimm=1&defimm=0&tipnav=1

http://www.agesc.it/rassegna-stampa/parit%C3%A0-scolastica/gruppo-di-lavoro-miur

+++++++

Paritarie: gruppo di lavoro al Miur sul Costo standard

http://www.disal.it/Objects/Pagina.asp?ID=24742

+++++++

Il decreto istitutivo del gruppo

http://www.disal.it/Resource/dm-917-costo-standard_5a205d1dd3d4b.pdf

+++++++